2 maggio 1998 – 2 maggio 2016: 18 anni dalla Battaglia di Hogwarts

Oggi è un giorno memorabile per i maghi e le streghe di tutto il mondo: 18 anni fa, infatti, Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato fu sconfitto dal Prescelto nella grande e terribile Battaglia di Hogwarts.

La vicenda, narrata ne I Doni della Morte, affonda le sue radici nella vita di Lord Voldemort, nato Tom Orvoloson Riddle. Dopo anni di terribili assassinii e di tradimenti, di destini intrecciati e di vite spezzate, la storia conosce il suo punto culminante con quello che il mondo magico ricorderà come il più grande scontro della storia.

Harry Potter, il Ragazzo Che E’ Sopravvissuto, si fa carico delle vite di tutti quelli che combattono al suo fianco, arrivando a sacrificarsi per la loro salvezza. Questo gesto lo libererà dal frammento di anima che lo aveva reso un Horcrux vivente e gli consentirà di annientare l’Oscuro Signore una volta per tutte.

Dal mago più potente allo studente più avventato, tutti hanno dato il proprio contributo, pagando spesso con la propria vita per salvare quelle di molti altri. A 18 anni dalla Battaglia, vogliamo ricordare le vittime di quell’evento che segnò la fine dell’era del terrore e l’inizio di una nuova vita.

 

Fred Weasley

Gemello di George Weasley e co-proprietario dei Tiri Vispi Weasley. Il suo coraggio e il suo essere intrepido lo hanno spinto a combattere al fianco della famiglia e degli amici. Un’esplosione causata dal Mangiamorte Augustus Rookwood ne segnerà la triste sorte.

fred-weasley

 

Colin Canon

Il giovane Grifondoro appassionato di fotografia non doveva essere lì: era stato infatti disposto che tutti gli studenti minorenni fossero allontanati e tenuti al sicuro. Ma la devozione verso Harry e il suo ardore ne hanno fatto la vittima più giovane della battaglia.

ColinCreevey_WB_F2_ColinHoldingCamera_Still_080615_Land

 

Vincent Tiger

La guerra iniziata dai suoi genitori finì con il ripercuotersi sulla sua giovane vita. Lord Voldemort lo designò Mangiamorte dopo la reclusione ad Azkaban di suo padre, e la sua incoscienza lo porterà a restare vittima della sua stessa maledizione.

youloveit_ru_harry_potter81

 

Remus Lupin e Ninfadora Tonks

La loro storia, travagliata e sofferta, aveva trovato finalmente la gioia: i due si erano sposati da poco, e Ninfadora aveva dato alla luce il piccolo Teddy. Non è bastato però a tenerli lontani da quello che consideravano il loro dovere: entrambi membri dell’Ordine della Fenice, hanno combattuto fianco a fianco nella Battaglia di Hogwarts, dando la loro vita per salvare il futuro del loro bambino.

Remus_Lupin_and_Nymphadora_Tonks_2_(HBP_promo)_2

 

Bellatrix Lestrange

La più fedele e devota tra i seguaci dell’Oscuro Signore. Bellatrix si era lanciata nella battaglia senza temere di poter essere sconfitta, ma non aveva fatto i conti con la furia di una madre che aveva appena perso suo figlio.

DH1_Bellatrix_Lestrange_with_her_wand_01

 

Severus Piton

Enigmatico, schivo, ma dal cuore ferito: Piton era sempre stato diviso fra il bene e il male. Quando gli fu portato via ciò che amava di più, però, decise che era arrivato il momento di cambiare. Dedicò tutta la sua vita a seguire Albus Silente, che lo guidò nel doppio gioco contro Voldemort, e per entrambi fu costretto a fare cose orribili. Barbaramente assassinato dall’Oscuro Signore, svelò infine la sua vera natura al figlio di Lily e morì ricordato come “uno degli uomini più coraggiosi” che si sia mai conosciuto.

Severus-Snape-hbp-severus-snape-7128542-1076-748

 

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.