Alla scoperta dei segreti di Animali Fantastici e Dove Trovarli – Parte 3

Siamo giunti alla terza parte di questo piccolo viaggio dietro Animali Fantastici e Dove Trovarli: in questo speciale ci occuperemo di studiare un po’ più a fondo i personaggi che incontreremo in questa trilogia.

Newt Scamandro ha un passato assai travagliato: Smistato tra i Tassorosso ad Hogwarts, fu espulso per aver messo a repentaglio la vita di uno studente e, nonostante l’allora Professore di Trasfigurazione Albus Silente abbia preso le sue difese, fu costretto a lasciare la scuola. Non sappiamo come abbia conseguito i M.A.G.O. necessari a terminale i suoi studi e neppure dove abbia preso la sua nuova bacchetta (quando uno studente viene espulso, la sua bacchetta viene spezzata in due ed è pertanto irrecuperabile). Dopo un periodo al servizio presso il Ministero della Magia, fu incaricato da Augustus Worme, direttore della casa editrice Obscurius Book, di scrivere un testo sugli animali fantastici da tutto il mondo. E’ qui che il nostro eroe inizia la sua storia, un anno dopo l’inizio del suo lavoro per Worme. Il Magizoologo ha quindi avuto un anno intero per collezionare strane e pericolosissime creature provenienti dai cinque continenti, che ha diligentemente stipato nella sua valigia ‘babbanabile’ piena di scomparti personalizzati a seconda della tipologia del suo ospite.

FANTASTIC BEASTS AND WHERE TO FIND THEM

Ma il giovane mago non sarà solo nella sua avventura lunga due giorni. Le sorelle Tina e Queenie Goldstein lo aiuteranno nel difficile compito di rimediare al danno causato, girando con lui tutta New York per recuperare i fuggitivi. Per le giovani si tratta probabilmente della prima, vera avventura della loro vita: entrambe lavorano infatti al MACUSA, alla sezione “Ufficio Permessi Magici” che si occupa di gestire il ‘porto di bacchetta’ obbligatorio in America.

normal_18fantasticbeasts1-master768

Anche il passato delle Goldstein è piuttosto travagliato: le due infatti sono rimaste orfane quando erano ancora piccole, e Tina ha dovuto assumere sia il ruolo di sorella maggiore sia quello di madre. Questo percorso di vita le ha unite profondamente, ma le ha anche diversificate notevolmente. Tina è una donna forte, asciutta e schietta, che sente le proprie responsabilità in modo più che serio e si limita a fare ciò che deve senza strappi alla regola: caratteristiche che si riscontrano sia nel suo stile (oltre alla Picquery, è l’unico personaggio femminile ad indossare sempre i pantaloni, nonché quasi sempre gli stessi abiti), sia nella sua magia (la sua bacchetta è di un legno duro, massiccio e possente), sia nella sua metodicità (la sua scrivania al Ministero è in perfetto ordine).  Newt e Tina svilupperanno un rapporto particolare, che li vedrà poi sposarsi, anche se al principio i due non avevano molti punti in comune. Entrambi abituati a fare da soli, si troveranno a confrontarsi con le stranezze e la solitudine l’uno dell’altra.

normal_fb1-final-trailer_274

Queenie è diversa da lei come lo è il giorno dalla notte: è briosa, allegra e leggera, cerca di alleggerirsi del peso del suo dono di Legilimens e di godersi la vita: amante della moda e della bellezza, non per vanità ma per libertà, e cerca sempre di fare ciò che vuole senza curarsi troppo delle regole (sulla sua scrivania regna il più completo disordine).

queenie_smiling_fantastic_beasts_cc_trailer_wm

C’è un altro, fondamentale personaggio che completa il gruppo. Jacob Kovalski, il no-Mag, è forse quello che vive la situazione nel peggiore dei modi. Ha combattuto la Prima Guerra Mondiale, il più grande conflitto storico fino a quel momento, e la sua soglia della violenza è arrivata ad un punto tale da renderlo quasi insensibile. La sua è una vita povera e solitaria: disoccupato, con il sogno di aprire un forno tutto suo, ha appena lasciato alle spalle una relazione finita a causa della sua povertà. Il destino lo porta ad incontrare il Magizoologo, e un semplice scambio di valigie conduce i due nella spirale del caos che pian piano avvolgerà tutta New York. Nonostante la sua ignoranza nei riguardi del mondo magico, Jacob conosce a menadito le strade della città e guida Newt, il vero estraneo, nell’intricato dedalo newyorkese. I due si completano in qualche modo, sono l’uno l’opposto dell’altro, e l’uno troverà nell’altro un amico fedele. Non solo, il povero Jacob incontrerà quella che potrebbe essere la donna della sua vita: Queenie.

normal_fb1-final-trailer_779

Infine, non è possibile pensare che un cataclisma di queste proporzioni lasci indifferenti i maghi americani, e ancor di più i no-Mag. Percival Graves, il Capo della Sicurezza Magica (nonché braccio destro della Presidentessa del MACUSA Seraphina Picquery) ha l’arduo compito di riportare l’ordine in una New York ormai in tumulto. E’ importante ricordare che, a differenza della discreta libertà magica in Gran Bretagna, le leggi americane obbligano i maghi a nascondersi, limitando quanto più possibile l’uso della magia e intervenendo con squadre speciali per Obliviare i no-Mag non appena iniziano a sospettare qualcosa di insolito. Queste misure di segretezza vengono ovviamente dopo il terribile frammento di Storia che riguarda il Processo alle Streghe di Salem, che vide una quantità incredibile di innocenti condannati a morte con l’accusa di stregoneria. La New York degli Anni Venti è quindi sotto strettissima sorveglianza, sempre in costante allerta e sottoposta a rigidissime regole comportamentali. E’ Graves ad occuparsi della sicurezza cittadina, ma sarà ancora lui a dover fronteggiare l’apocalittica fuga di creature fantastiche dalla valigia di Newt. Il Magizoologo non è propriamente una novità per l’Auror: suo fratello Theseus, un potente Auror al servizio del Ministero della Magia britannico, gli aveva già parlato del giovane Scamandro… che sia stato per la sua espulsione?

normal_fb_22

A presto con nuovi dettagli su Animali Fantastici e Dove Trovarli!

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.