Amore e odio tra Harry e Draco, al termine della saga!

Arriva un articolo molto interessante da BadTaste, sul prossimo film di Harry Potter, Harry Potter e i Doni della Morte.

In un’intervista a MTV, Tom Felton ha parlato dell’evoluzione psicologica del suo personaggio, Draco Malfoy, in relazione al ruolo di primo piano che Draco svolgerà negli ultimi film della saga, Harry Potter e i Doni della Morte: parte IHarry Potter e i Doni della Morte: parte II.

E’ uno degli aspetti che ero più impaziente di affrontare, con i Doni della Morte: la mia opinione personale è che, nel profondo, Draco vuole disperatamente liberarsi della sua identità. Nel Principe Mezzosangue ha avuto un’esperienza forte, che l’ha cambiato: gli ha fatto capire che non vuole continuare lungo quella strada. Purtroppo, l’influenza dei suoi genitori non è la migliore possibile: è praticamente costretto a votarsi al lato oscuro. E’ difficile avere Voldemort come una specie di zio acquisito.

Ma nei Doni della Morte, Draco inizia un difficile processo di autoanalisi e prova una spinta alla redenzione, che genera alcuni momenti di grande tensione con l’eterno nemico Harry. Felton racconta di aver discusso a lungo con il regista David Yates per decidere quale fosse l’approccio recitativo migliore per rendere la lotta tra bene e male che si svolge nella mente di Draco; ne sono risultate, pare, un paio di scene molto intense con Daniel Radcliffe:

[ad]

Harry e Draco hanno una sorta di legame, e in varie occasioni si salvano la vita a vicenda. E’ una relazione di amore/odio. Sono molto felice che il “come” e il “perché” siano lasciati alla nostra interpretazione. Io e Daniel abbiamo girato alcune scene molto interessanti, in cui io salvo lui e lui salva me. Per una volta, non ci limitiamo a bisticciare!

Felton si dichiara particolarmente orgoglioso di una grande scena di battaglia ambientata a Hogwarts:

C’è un momento fantastico, nel cortile del castello, in cui buoni e cattivi si fronteggiano come in un western, e Draco è l’unico personaggio che si muove da un lato all’altro.

Fonte | BadTaste

Grazie a Paul Raims o’Malley per la segnalazione!

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. ”C’è un momento fantastico, nel cortile del castello, in cui buoni e cattivi si fronteggiano come in un western, e Draco è l’unico personaggio che si muove da un lato all’altro.”

    Uauuuuu…mi ha dato un ottimo spunto per un cap. della FF che sto scrivendo…
    ok, torniamo normali…
    sono davvero felice che quel cerebroleso del regista abbia dato ”carta bianca” al mitico tom credo sia molto bravo a recitare quindi mi fido della sua interpretazione…

  2. Se c’è una cosa deve essere in stile Western è per forza il duello finale: Harry e Voldemort di fronte con una stupenda musica di sottofondo con intorno tutti gli altri a guardarli! Conclusione in bellezza!

  3. Mi pare che il primo film si interrompa dove che il trio viene catturato dai Mangiamorte. Il secondo dovrebbe riprendere in casa Malfoy. Questo è quello che ho letto, ma suppongo che potremo saperlo quando uscirà 😀

    “C’è un momento fantastico, nel cortile del castello, in cui buoni e cattivi si fronteggiano come in un western, e Draco è l’unico personaggio che si muove da un lato all’altro.”

    Già me lo immagino *__*

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.