GiratempoWeb Community

Parla, condividi la tua passione e connettiti con
una grande community potteriana.

GiratempoWeb | Harry Potter Italia, Animali Fantastici, Wizarding World, Podcast e Raduni Forums Capitolo 22. Animali, Esseri e Spiriti – cronologia ed esempi

  • Capitolo 22. Animali, Esseri e Spiriti – cronologia ed esempi

    Posted by Anonymous on Febbraio 13, 2016 at 4:37 pm

    I Lupi Mannari trascorrono gran parte del loro tempo da umani. Una volta al mese, tuttavia, si trasformano in bestie selvatiche quadrupedi con intenzioni assassine e prive di coscienza umana. Le abitudini dei Centauri non sono umane; essi vivono allo stato brado, rifiutano gli abiti, preferiscono vivere lontani sia da maghi che da Babbani eppure possiedono un’intelligenza pari alla loro.
    I Troll hanno sembianze umanoidi, camminano eretti, possono apprendere qualche semplice parola eppure sono meno intelligenti del più ottuso Unicorno e non possiedono alcun magico potere di diritto, fatta eccezione per la loro prodigiosa forza innaturale.
    Ora ci chiediamo: quale di queste creature è un essere (ossia una creatura dotata di diritti legali e di voce in capitolo nel governo del mondo magico)  e quale è un animale?

    I più antichi tentativi di decidere quali creature magiche dovessero essere definiti animali furono estremamente rudimentali.
    Burdock Muldoon, Capo del Consiglio Magico nel Quattordicesimo secolo, decretò che a qualunque membro della comunità magica che camminasse su due gambe fosse da allora in poi riconosciuto lo status di essere, mentre tutti gli altri sarebbero rimasti animali. In spirito di amicizia egli convocò tutti gli esseri perché incontrassero i maghi a un vertice per discutere nuove leggi magiche e scoprì con profondo sgomento di aver commesso un errore di valutazione. La sala che ospitò l’incontro era affollata di Goblin che avevano portato con sé tutte le creature bipedi che erano riusciti a trovare. Così ci narra Bathilda Bath in Storia della Magia:

    Si udiva ben poco oltre alle urla roche dei Diricawl, ai lamenti degli Augurey e al canto implacabile e assordante dei Fwooper. Mentre maghi e streghe cercavano di consultare i documenti davanti a sé, parecchi Pixie e Fate volteggiavano attorno alle loro teste, ridacchiando e borbottando. Una decina di Troll presero a fracassare la sala con le loro mazze, mentre le Megere vagavano intorno in cerca di bambini da mangiare. Il Capo del Consiglio si alzò per aprire l’incontro, ma scivolò su un mucchio di cacca di Porlock e uscì di corsa dalla sala, imprecando.

    Come vediamo, il solo possesso di due zampe non garantiva che una creatura magica potesse o volesse interessarsi agli affari del governo magico. Amareggiato, Burdock Muldoon rinunciò solennemente a qualunque ulteriore tentativo di integrazione dei membri non-maghi della comunità magica nel Consiglio dei Maghi.

    A Muldoon succedette Madama Elfrida Clagg, che cercò di ridefinire gli esseri nella speranza di stringere legami più stretti con altre creature magiche. Gli esseri, affermò, erano quelli che potevano parlare la lingua umana. Tutti coloro che riuscivano a farsi comprendere dai membri del Consiglio furono dunque invitati all’incontro successivo. Ancora una volta, tuttavia, sorsero dei problemi. I Troll, a cui i Goblin avevano insegnato qualche semplice frase, si avventarono a distruggere la sala come la volta precedente. I Jarvey correvano attorno alle gambe delle sedie del Consiglio, mordendo tutte le caviglie che potevano.
    Nel frattempo una vasta delegazione di fantasmi (che erano stati esclusi al tempo di Muldoon sulla base del fatto che non camminavano su due gambe, ma scivolavano) arrivò per assistere ai lavori ma se ne andò disgustata da quella che più tardi definì «l’oltraggiosa enfasi posta dal Consiglio sulle necessità dei vivi contrapposte ai desideri dei morti». I Centauri, che al tempo di Muldoon erano stati classificati come «animali» e ora, con Madama Clagg, erano definiti «esseri», si rifiutarono di prendere parte al Consiglio in segno di protesta per l’esclusione dei Maridi, che erano incapaci di conversare in altro modo che in maridese, e comunque sott’acqua.

    Fu solo nel 1811 che vennero messe a punto definizioni ritenute accettabili da gran parte della comunità magica. Grogan Stump, il neoeletto Ministro della Magia, decretò che un essere era «qualunque creatura dotata di intelletto sufficiente da comprendere le leggi della comunità magica e da assumersi parte della responsabilità di stilare quelle leggi».
    Venne fatta un’eccezione per i fantasmi, che sostenevano che era irragionevole classificarli come esseri quando evidentemente erano ex esseri. Quindi Stump ideò le tre divisioni dell’Ufficio Regolazione e Controllo delle Creature Magiche che esistono ai nostri giorni: la Sezione Animali, la Sezione Esseri e la Sezione Spiriti.
    Sempre nel 1811 i rappresentanti dei Troll furono interrogati in assenza dei Goblin e ritenuti incapaci di comprendere qualunque cosa venisse loro detta: furono di conseguenza classificati come animali nonostante l’andatura a due gambe; i Maridi furono invitati attraverso interpreti a diventare esseri per la prima volta; Fate, Pixie e Gnomi, nonostante il loro aspetto umanoide, furono inseriti senza esitazioni nella categoria animali.

    Naturalmente, la faccenda non si concluse lì, ma l’insistente opinione di alcuni estremisti non si placò. Ad esempio I Centauri nutrivano riserve verso alcune delle creature con le quali furono richiesti di condividere lo status di esseri, come le Megere e i Vampiri, e dichiararono che avrebbero condotto i loro affari separatamente rispetto ai maghi. Un anno dopo i Maridi fecero la stessa richiesta. Il Ministero della Magia accettò le loro istanze con riluttanza. Benché esista una Sottosezione di Collegamento Centauri nella Sezione Animali del l’Ufficio Regolazione e Controllo delle Creature Magiche, nessun Centauro vi ha mai fatto ricorso. Invero, «essere spediti alla Sottosezione Centauri» è diventata una battuta ricorrente all’interno dell’Ufficio, a significare che la persona in questione sta per essere licenziata.

    Maride
    maride.jpg
    Il Maride, noto anche con i nomi di Sirena, Selkie, Merrow e Tritone sono delle creature classificate dal Ministero della Magia con XXXX ovvero Pericoloso / richiede una conoscenza specialistica / trattabile da un mago esperto. Questa classificazione è data dal fatto che i Maridi devono essere trattati con estremo rispetto, non perchè siano creatura particolarmente pericolose o feroci.
    I Maridi esistono in tutto il mondo, anche se variano nell'aspetto quasi quanto gli esseri umani. I loro usi e abitudini restano misteriosi come quelli del Centauro, anche se i maghi che hanno padroneggiato il linguaggio maridese parlano di comunità altamente organizzate che variano nelle dimensioni in base all'ambiente, e alcune hanno abitazioni costruite in modo elaborato.
    Come i Centauri, i Maridi hanno declinato lo stato di esseri a favore della classificazione come animali.
    Le più antiche creature marittime erano conosciute come Sirene ed è nelle acque più calde che troviamo le belle dame del mare così spesso ritratte nella letteratura e nella pittura Babbana. Le Selkie scozzesi e le Merrow irlandesi sono meno belle, ma condividono l'amore per la musica che accomuna tutti i Maridi.
    I Tritoni (cioè l’equivalente maschile delle Sirene) sono i più difficili da avvistare perché solitamente vivono in acque profonde e rifuggono il contatto con l'uomo.

    Vampiro
    vampiro.png
    Il Vampiro è una creatura immortale dai lunghi canini con cui succhia il sangue alle proprie vittime, che addenta di preferenza alla giugulare, lasciandole sul collo i caratteristici segni del suo morso.
    Solitamente i Vampiri hanno occhi e capelli scuri e sono molto magri e pallidi, inoltre, odiano l’aglio e vivono nelle tenebre.
    I vampiri sono classificati come esseri da parte del Ministero della Magia, questo è uno dei motivi per cui Centauri e Maridi hanno preferito essere inclusi fra gli animali piuttosto che venire associati a queste oscure creature magiche.
    I vampiri non sono considerati maghi e il trattamento dei vampiri è stabilito nelle Indicazioni per il Trattamento dei Non Maghi Semiumani.
    Vediamo alcuni Vampiri famosi:
    [b[Lorcan d’Eath[/b] è un cantante mago. Fu per 19 settimane in testa alle classifiche con il successo Adoro il tuo collo.
    Blodwyn Bludd era un Vampiro baritono. Conosciuto come il vampiro della Vallate, famoso perchè canta per le vittime prima di morderle.
    Amarillo Lestoat era un vampiro americano. Scrisse il libro Monologo di un vampiro che rendeva deboli le capacità mentali dei lettori, rendendoli facili prede dei vampiri.
    Il conte Vlad Drakul è stato un famoso Vampiro che ha ispirato l'autore Bram Stoker per creare il suo famoso personaggio Conte Dracula. Drakul ha avuto un figlio, Vlad l'Impalatore, che presumibilmente ha condiviso la nota reputazione di suo padre.

    Fantasma
    fantasmaGrifo.png
    Il Fantasma è l'impronta dello sprito di un mago che ha scelto di restare indietro, anzichè proseguire oltre la morte.  Essendo il Fantasma impronta di anime di defunti, non può morire. Per questo non tutti sceglierebbero questo metodo. A seconda delle condizioni dell'anima, non tutti possono tornare. Ad esempio Lord Voldemort, la cui anima è ridotta in pezzi, è bloccato nel Limbo.
    Il Ministero ha il controllo sui fantasmi, dato che obbligò Mirtilla Malcontenta a tornare a Hogwarts dopo che quest'ultima interruppe il matrimonio del fratello di Olive Hornby.
    Il Fantasma è una figura translucida grigio-argentea, capace di attraversare i muri e gli altri oggetti solidi e di interferire con la realtà. Anche se non corporeo, toccandolo si può comunque avvertire una sensazione di gelo. Può percepire in parte il gusto di un cibo e non è dotato di peso corporeo.
    I Fantasmi sono invisibili agli occhi dei Babbani.
    Gli unici che possono diventare fantasmi sono unicamente i maghi che, come Nick-Quasi-Senza-Testa spiega, hanno la possibilità, alla morte, di scegliere ciò come alternativa alla vita ultraterrena. Tuttavia sembra che i fantasmi possano infestare solo luoghi in cui sono stati da vivi. Inoltre, molti fantasmi sono infelici della loro condizione e sembrano essere attratti da elementi quali la morte stessa: basta considerare la torta a forma di lapide per il complemorte di Nick-Quasi-Senza-Testa o il solo fatto di festeggiare un Complemorte.

    Anonymous ha risposto 8 anni, 5 mesi fa 0 Mago · 0 Risposte
  • 0 Risposte

    Ancora nessuna risposta. Inizi tu?

    Log in to reply.

    Ti sei perso?

    Forse ti occorre una mappa!



    Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
    Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.