GiratempoWeb Community

Parla, condividi la tua passione e connettiti con
una grande community potteriana.

  • Capitolo 3. Expelliarmus

    Posted by Anonymous on Febbraio 22, 2015 at 5:16 pm

    Etimologia
    La parola Expelliarmus è un composto di due termini latini: expello, verbo che significa “rimuovere” ma anche “gettar via”, unito con arma, con la stessa accezione moderna. La radice expel potrebbe derivare anche dall'inglese analogo di 'espellere'; tuttavia, trattandosi di formule magiche generalmente derivate dal latino, si è soliti associare all'incantesimo la prima etimologia.

    Movimento
    Expelliarmus.png
    Eseguire un movimento ampio sopra la testa dicendo “e”, al “pe” puntare la bacchetta verso l’avversario e per l’ultimo tratto il movimento fa leva sul gomito ed è veloce. Qui calcare la “a”, dove cade l’accento.

    Aspetto
    Un Incantesimo di Disarmo è sempre annunciato da un intenso getto di luce rosso fuoco, un elemento che lo rende riconoscibile pochi istanti prima che venga scagliato.

    Effetto
    Forza la vittima a lasciare tutto ciò che ha in mano, di solito una bacchetta. Questo sortilegio  è in grado di bloccare alcuni incantesimi scagliati dagli avversari, il cui caso più eclatante riguarda lo scontro tra Harry Potter e Lord Voldemort nella Battaglia di Hogwarts del 1998. Generalmente, Expelliarmus viene utilizzato nei duelli, quando si intende far volare via la bacchetta dalle mani dell’avversario.
    Pur essendo efficace come metodo di difesa contro alcuni incantesimi, può provocare seri danni nell'individuo come se questi fosse stato colpito da uno Schiantesimo. Se lanciato troppo debolmente, l'incantesimo causa un debole fremito all'oggetto, a volte lo allontana di poco.

    Storia
    Non si sa con esattezza chi elaborò l'Incantesimo di Disarmo, benché sia noto che non divenne di dominio pubblico fino al 1379, quando Elizabeth Smudgling lo adoperò in un duello e, in accordo con la storica Miranda Gadula, ne fu probabilmente l’ideatrice.

    Movimento errato
    Quando un mago o una strega pronunciano in maniera errata l'incantesimo, adoperando la formula Expellimellius, le maniche del vestito della persona che lo ha scagliato vanno subito in fiamme.

    Anonymous ha risposto 9 anni fa 0 Mago · 0 Risposte
  • 0 Risposte

    Ancora nessuna risposta. Inizi tu?

    Log in to reply.

    Ti sei perso?

    Forse ti occorre una mappa!



    Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
    Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.