GiratempoWeb Community

Parla, condividi la tua passione e connettiti con
una grande community potteriana.

  • Crimes of Grindelwald – Cosa ne pensa GW?

    Posted by Anonymous on Novembre 17, 2018 at 9:56 am

    Ciao ragazzi!!
    Ieri sera, con aspettative altissime, sono andata a vedere Crimes of Grindelwald. So che anche molti di voi lo andranno a vedere in questi giorni.
    La domanda da un milione di dollari è: a voi è piaciuto? Perché sì/perché no?

    MI RACCOMANDO, METTETE I COMMENTI SPOILEROSI IN SPOILER. Cerchiamo di non rovinare il film a chi lo deve ancora vedere!
    *va a scrivere il suo solito papiro*  :lettera:

    EDIT: Eccolo qui  🙄


    In generale a me il film non è piaciuto. Ed è un peccato fin troppo grande vista la potenzialità che poteva avere.
    Dal punto di vista tecnico – effetti speciali, scenografia, fotografia – l'ho trovato praticamente ineccepibile. Tante cose stupende da vedere, un film esteticamente ricco e curato. Anche gli attori hanno fatto un lavoro eccezionale – Jude Law nei panni di Silente è perfetto, così come l'interpretazione di Johnny Depp è affascinante, così come Eddie Redmayne e tutti gli altri si confermano un casting che rasenta la perfezione.
    Le cose che salvo sono gli Animali Fantastici, bellissimi, tante nuove introduzioni, anche se meno analisi… poi tutti i flashback a Hogwarts mi sono piaciuti tanto. La ritrovata alchimia tra Newt e Tina, mentre tanti altri personaggi hanno perso l'alchimia che avevano nel primo film (tipo Queenie e Jacob che sembrano estranei).  Complessivamente, salvo anche il personaggio di Leta. La mia scena preferita è stata proprio quella finale, quando Grindelwald evoca quel fuoco magico e si cominciano a delineare gli schieramenti. Ah, e ho AMATO Nicholas Flamel <3
    Il problema principale, per me, è proprio nella parte di cui la Rowling era responsabile – ovvero la trama! I maggiori punti sono:

    Personaggi stravolti
    Queenie in primis, ma non solo lei. Queenie, che nel primo film era stata una rivelazione assoluta, che mi aveva fatto pensare “cavolo, la Rowling non smette di sfornare personaggi femminili straordinari, tutti diversi ma tutti umani e straordinari allo stesso tempo”… in questo film non è lei. Compie una serie di azioni completamente non giustificate, a partire dal primo secondo, quando tiene Jacob sotto un filtro d'amore per sposarlo, quando invece potrebbe semplicemente stare con lui senza sposarlo. Poi ricordiamoci che Jacob è un babbano, quindi non può assolutamente opporre resistenza, e quando lei si Smaterializza non può seguirla… è sempre in svantaggio e sembra quasi che lei ne approfitti. Poi va a Parigi – cerca Tina al ministero anche se lei è in missione, non la trova e comincia a vagare per Parigi, quando avrebbe potuto tornare indietro, a Londra con Jacob e Newt. Non penso che Queenie sia stata stravolta perché alla fine si è unita a Grindelwald – ma se fosse stato spiegato, se avesse delle ragioni valide, mi piacerebbe ancora. Però sembra solo isterica e in preda a un raptus di follia e 'sta cosa alla Rowling non gliela perdono, perché Queenie nel primo film era deliziosa e aveva tutto un altro modo di agire e di pensare. Contate che fino alla fine ero sicura che Queenie non fosse lei ma qualcun altro con la Polisucco!
    Poi ho notato diversi altri elementi OOC anche negli altri personaggi, per esempio Credence, che in questo film non è più il Credence del primo film, ma per ora mi fermerò qui.

    Personaggi/spunti buttati nel film a caso
    Yusuf Kama è un esempio abbastanza palese. Compare, non si capisce che voglia, poi è infestato dal demone, poi da' la caccia a Credence, poi no, poi vuole uccidere Leta, poi no, poi sgancia la bomba alla fine. Che poi non è una bomba visto che la versione di Leta è differente. Quindi boh… abbastanza inutile (?).
    Leta e Theseus sono introdotti senza un minimo di spiegazione, e viene fatto capire che c'è sicuramente qualcosa di irrisolto tra Newt e Leta, peccato che non ci spieghino cos'è.
    Poi la bibliotecaria con l'esercito di pantere, l'assistente  di Newt con una cotta per lui… tutte lì per una sola scena – INUTILE.
    In generale, ho passato la prima metà del film a pensare “ok ci sta, stanno mettendo giù le premesse, magari questa cosa sembra messa lì a caso ma poi sarà spiegata”… e invece ciaone. Non è spiegato quasi niente.
    E poi il circo, che dai trailer sembrava una cosa importante, c'è per due minuti di scena e poi basta! Boh…

    Parentele
    Credence è il fratello di Silente. Cioè, ditemi che non è vero. Non vi sembra che la storia dei Silente sia già abbastanza complessa e delicata com'è? No, ci devono aggiungere un Aurelius, quando già Albus, Aberforth e Ariana hanno tantissimo vissuto. E' come se per forza dovessero imparentare tutti i personaggi tra loro, perché?! E poi chiaramente questo cambia il nostro modo di vedere Silente e tutta la sua storia…
    Un altro elemento simile è Nagini, che rientra anche nella categoria precedente, visto che è molto diverso pensarla come un serpente o come una ragazza. Cambia il canon. E questo mi sta sulle scatole perché la Rowling è un essere umano, può fare confusione però apprezzerei che almeno non toccasse le cose che le sono venute bene e a cui il pubblico è affezionato. Questo mi porta all'ultimo punto che forse è quello che mi da' più fastidio.

    Silente e Grindelwald
    Ripeto: non è un problema degli attori o delle loro interpretazioni. Li ho trovati perfetti.
    Il problema è questo: il patto di sangue tra Silente e Grindelwald impedisce a Silente di combattere Grindelwald non più per motivi psicologici, ma semplicemente perché è vincolato da una magia che ha fatto quando era giovane. Silente non è più, quindi, un uomo che attraversa un periodo tormentatissimo perché potrebbe sconfiggere Grindelwald ma non può perché una parte di lui è ancora affezionata a lui. Diventa un uomo che vuole combattere Grindelwald ma ha un cristallo magico che glielo impedisce. Ergo, quando distruggeranno quello, Silente sarà perfettamente in grado di combattere Grindelwald. Trovo che questa cosa tolga un sacco di spessore al personaggio, e anche all'intenzione con cui affronterà Grindelwald nello scontro finale. Per me è una cosa molto più tormentata e complicata di così. Silente perde tantissimo. E poi che bisogno c'era di aggiungere un altro simbolo del rapporto tra i due? Ci sono già i doni della morte di cui – nota bene – non si è parlato MAI in tutto il film!
    Quindi, l'esistenza di questo patto di sangue, per come la vedo io, sminuisce il personaggio di Silente a tutto tondo.
    Un'altra accuratezza grave e facilmente evitabile riguarda lo Specchio delle Brame. Perché anche gli altri maghi vedono quello che vede Silente nello specchio? Dovrebbero vedere i loro personali desideri, non quelli di Silente. E perché Silente vede un ricordo all'interno dello specchio? Lui non desidera quel ricordo, è solo un ricordo. Poi compare Grindelwald da solo, ma ormai è troppo tardi, perché secondo me tutti quelli che non sono tanto familiari con la saga, penseranno (e non li si può biasimare!) che quello non sia uno specchio delle brame, ma un pensatoio.

    Riferimenti storici
    Titanic.
    Seconda Guerra Mondiale.
    L'ho trovato imbarazzante… cioè, mentre Grindelwald mostrava le immagini della bomba atomica, ho provato il bisogno fisico di essere assorbita dal sedile.

    Scrivo tutto questo col cuore un po' spezzato, perché a me il primo capitolo era piaciuto tantissimo e non voglio che Fantastic Beasts si trasformi in The Cursed Child – qualcosa che i fan ritengono un po' una trashata e che sicuramente non dovrebbe far parte del canon. Sono anche sicura che riguardandolo, piano piano, mi abituerò e sarò in grado di apprezzare le poche cose che ho trovato salvabili… ma per il momento sono davvero delusa, proprio perché l'unica cosa che non funziona è la parte della Rowling. Non si può incolpare Yates come per il Principe Mezzosangue, non si possono incolpare gli interpreti… è che la Rowling ha scritto una sceneggiatura banale, piena di buchi, in cui ha rovinato alcuni dei personaggi più belli, e soprattutto in cui va a toccare il canon della saga.
    Sono arrabbiata anche perché questa è la primissima volta nella mia vita in cui trovo gli errori della Rowling abbastanza ingiustificabili. Perfino con The Cursed Child l'avevo difesa – perché effettivamente lo spettacolo visto a teatro rendeva tantissimo e potevo capire alcune delle scelte (anche se comunque nella mia mente non lo considero canon, lo considero semplicemente uno spettacolo teatrale fatto molto bene). E' la prima volta in cui, dal mio punto di vista la Rowling è indifendibile. E non so come approcciarmi a questo nuovo punto di vista, solitamente mi sono sempre fidata molto di lei anche quando gli altri gridavano al tradimento e all'abominio… ma dopo questo film mi sento di tracciare una linea, non so se sappia più quello che sta facendo.

    Okay, direi basta per il momento… sono curiosa di sentire le vostre opinioni, soprattutto quelle positive, perché mi farebbe piacere poter cambiare idea 😀
    Oppure scleriamo insieme dalla rabbia, io sono disponibile! :facepalm:


    Anonymous ha risposto 4 anni fa 0 Mago · 0 Risposte
  • 0 Risposte

Ancora nessuna risposta. Inizi tu?

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.