GiratempoWeb Community

Parla, condividi la tua passione e connettiti con
una grande community potteriana.

  • Scriviamo una storia in cinque parole!

    Posted by Anonymous on Luglio 6, 2017 at 8:53 pm

    Ok, ho visto un topic così in Sala Grande e ho pensato di riproporlo, ma qui, insomma, sarà un opera letteraria a storia finita :uhuh:
    Bene, ognuno scriverà 5 parole che seguano il filo del discorso, magari…..
    Ecco, allora, inizio io:

    C'era una volta un […]

    (Sono Herm, scrivo io la storia qua sotto man mano che andiamo avanti^^)
    Delirio Giratempino
    C'era una volta un cane magico che amava moltissimo andare a passeggio accompagnato dal suo migliore amico, che era un piccolo uccellino blu. Ma un gatto giallo lo mangiò e il cane si fece un nuovo amico: uno Snaso. Il cane e lo Snaso andarono a fare un viaggio nel Mar Morto, perché entrambi erano morti in realtà. Ma poi resuscitarono grazie a Newt Scamander, che formulò un incantesimo particolare poco conosciuto da chiunque, visto che era custodito in un reparto molto sicuro  di una Biblioteca segreta specializzata in importanti cure e prodotti farmaceutici la cui posizione è ignota e impossibile da scoprire comunemente. Quindi, grazie a Newt, i due animali erano lì, ora finalmente guariti e pronti per continuare le loro esplorazioni in mirabolanti e stupefacenti avventure, che non avrebbero mai avuto fine.
    Un giorno, lo Snaso decise di farsi amico anche un Asticello che incontrò in montagna, e così si formò un Trio formato da cane, Snaso e vipera, che ammazzò tutti.
    L'Asticello rimase escluso e ammazzò la vipera per vendicarsi delle sue azioni malvagie, poi chiamò Newt per resuscitarli, ma scoprì che l'incantesimo non funzionava più, perché il reparto segreto della Biblioteca supersegreta era stato messo fuori uso da alcuni vandali impuniti. Disperato, si rassegnò e cercò di andare avanti con la sua routine quotidiana, cercando di non pensare più agli amici morti. Si fece nuovi amici e si fidanzò con Leta Lestrange, così Newt lo odiò per essersi lasciato ingannare e lo bandì dalla sua preziosa valigia per sempre. A quel punto tutto cambiò, la sua vita era miserabile e piena di ostacoli e disgrazie che impedivano all'Asticello un'esistenza felice. Cercò di andare avanti nonostante il dolore, ma era impossibile, ormai niente lo avrebbe potuto salvare dalla disperazione che lo affliggeva in quel periodo, era senza speranza. Quindi decise di cercare aiuto in qualcuno che potesse aiutarlo: un magi-psicologo. Fortunatamente, in quel luogo viveva un luminare della magi-psicologia, ed egli si informò immediatamente riguardò alle sue tariffe orarie. Prenotò il primo posto libero, che era tre mesi dopo, ma l'Asticello era molto avaro e si rifiutava di spendere 60 galeoni per una seduta; a quel punto decise di truffare il magi-psicologo con un Incantesimo Confundus molto potente, ma l'Asticello non sapeva fare magie, quindi chiese aiuto a un Demiguise pazzo che si nascose in un vaso per Smaterializzarsi a Honolulu. L'Asticello andò a mangiare al giapponese dove incontrò un veggente visionario che capì la sua situazione e gli propose un patto: se avesse avuto il coraggio di schiaffeggiare un Occamy, allora l'avrebbe aiutato a farsi amare di nuovo da tutti.
    L'Asticello, impaziente, iniziò subito a cercare un Occamy da schiaffeggiare: si recò in India e rubò un uovo d'argento, covandolo in attesa della schiusa. Appena l'Occamy venne fuori, l'Asticello fece uno scatto e si preparò allo schiaffo, ma l'Occamy fu più veloce e scappò via, lasciando l'Asticello nuovamente sconfitto.
    Il veggente visionario, profondamente indignato, gli lanciò un giavellotto e lo uccise, compiendo un omicidio. Preso dal rimorso, decise di coltivare rape carnivore. Era versato in Erbologia, e era solito passare il tempo nel suo orticello, sempre pieno di piante magiche di ogni tipo, ma la pianta carnivora era la sua specie preferita: gli piaceva vederle mentre mangiavano le dita dei suoi amici, da brutto cattivo veggente burlone. Così, quando vide le api ronzare intorno alle sue amate rape carnivore, agitò le braccia, rischiando di farsi pungere. Per protezione, qualcuno gli diede un calcio, e lui cadde in un burrone che si trovava lì vicino, morendo e lasciando tutto in eredità al suo migliore amico, il Ministro della Magia della Birmania di Giove, ovvero il Dottor Who. Egli prese una decisione molto insolita, ovvero quella di rivoluzionare il regolamento riguardante la gestione delle piante carnivore nella Birmania di Hitin Kyaw, una repubblica parlamentare: egli decise che le suddette piante potevano essere coltivate solo se in possesso di un fiore grosso e viola, altrimenti si potevano correre grandi rischi di essere perseguitati dai terribili Troll di montagna comandati da un meschino e crudele Ghermidore di nome Fagiano. Fu così

    Anonymous ha risposto 7 anni fa 0 Mago · 0 Risposte
  • 0 Risposte

    Ancora nessuna risposta. Inizi tu?

    Log in to reply.

    Ti sei perso?

    Forse ti occorre una mappa!



    Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
    Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.