PotteRaduno di Roma: le foto dal magico raduno del 30 Novembre 2008!

Ed eccoci arrivati al fatidico giorno… il 30 novembre era arrivato! Maghi e Streghe di mezza Italia, si sono camuffati da semplici babbani, riponendo mantelli, cappelli e scope per una giornata dentro al baule, per incontrarsi tutti a Roma, al raduno più fantastico, strepitoso, unico, ma soprattutto magico che ci sia su Harry Potter… quello di GiratempoWeb!

Alle 10:15, EddyPotter (Edoardo) e BellatrixLestrange (Romina), gli organizzatori, si sono incontrati a termini in anticipo, per stringere una tregua (momentanea) tra Fenici e Mangiamorte, e dare gli ultimi ritocchi al programma della giornata!

Alle 11:00, incontro con tutti gli altri alla stazione Termini, sempre facendo attenzione ad occhi indiscreti e sospettosi dei Babbani che ci guardavano incuriositi…al gruppo si sono aggiunti, Felix, Hermy86, Edvige84, Agape, Harry4Ever, Syssy5 e marito, VeryHermy, Ayin e Summer …l’imbarazzo è durato pochissmo…dopo le presentazioni, il ghiaccio è stato subito rotto…e la Magia ha avuto inizio…
Continua a leggere la recensione!

Recensioni dal Raduno

Ed ecco alcune foto che potete trovare nella nostra photogallery, direttamente dal PotteRaduno di Roma:

Puoi vedere tutte le altre foto, nella nostra photogallery:

Foto del Raduno di Verona

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.