Cosa non funziona nel Principe Mezzosangue

Passata l’ubriacatura dell’uscita, resta in molti il rimpianto per un sesto film di Harry Potter non all’altezza dei precedenti, con alcune pecche che possono essere ricondotte ad una sceneggiatura a tratti confusa e ad una regia non così ispirata. E dire che il trailer prometteva più che bene.

La storia ricalca quella del libro, con un paio di svarioni che stonano e che si rivelano francamente gratuiti, vedi il tentativo di corteggiamento di Harry con la cameriera di colore del fast food e l’attacco con distruzione della casa di Ron ad opera di Bellatrix: pazienza che l’abbiano aggiunto, ma cosa grave, il tutto avviene in maniera non coinvolgente e piatta.

L’inizio, con l’attacco dei Mangiamorte a Londra, non è niente male, peccato che le premesse non rimangano tali, e che tutto si perda in un lento arrivo verso un finale tragico ma che qui è compresso in fretta e senza alcun pathos, tanto che quando si arriva alla ricerca dell’Horcrux della caverna ormai si è stanchi del film.

Le storielle di Harry, Ron, Ginny, Hermione e Lavanda Brown potrebbero anche starci, se non tenessero tutto quello spazio, senza contare che David Heyman non è Mike Newell, che, regista di commedie come Quattro matrimoni e un funerale, aveva saputo dare in Harry Potter e il calice di fuoco delle scene a dir poco spassose sulla vita sentimentale dei nostri eroi.
Ottimo Jim Broadbent nella parte di Horace Lumacorno, che è forse il punto forte di tutto il film: peccato che per contro tanti personaggi, da Neville a Luna, da Lupin a Nimphadora, siano ridotti poco più che a comparse. Lo stesso Draco non è approfondito come dovrebbe, e tra madre Narcissa e zia Bellatrix resta certo più memorabili quest’ultima, sia pure anche lei appiattita da tutto l’insieme.

La dipartita di Silente, tragica nel libro, nel film arriva in fretta ma nello stesso tempo in maniera disattenta, e se può essere sostenibile il fatto che ormai anche i sassi sapevano di Silente e del fatto che Piton non è cattivo, questo non giustifica i toni trascurati e poco coinvolgenti dell’insieme. Spiace che non si sia tradotto in immagini lo straziante funerale di Silente, e la povera Fenice che vola via mentre Harry, Ron e Hermione parlano dei fatti loro senza nessuna preoccupazione o paura per quello che è appena successo (Harry ha visto Piton in combutta con i Mangiamorte uccidere Silente) è francamente poco bello per l’intelligenza degli spettatori. Si saprà anche come va a finire la baracca, ma un po’ di rispetto fino alla fine sarebbe d’obbligo.
In quanto alla scena in cui tutti gli studenti ed insegnanti tirano su la bacchetta per ricordare il loro amato Preside ed allontanare il Marchio nero, c’è stato chi si è messo a cantare il jingle della canzone della Coca Cola anni Ottanta…

A David Yates bisogna dare un’altra possibilità, anzi due, visto che Harry Potter e i doni della morte sarà diviso in due parti, anche perché c’è poca scelta, ma c’è da sperare, oltre ad una maggiore fedeltà al testo senza svarioni e libertà, anche un po’ più di ritmo: i trenta minuti della battaglia di Hogwards dovranno essere trenta minuti tesi, non un trascinarsi che, come in Harry Potter e il principe mezzosangue, ti fanno guardare periodicamente l’orologio manco si stesse assistendo al famoso film cecoslovacco di fantozziana memoria.

Questo articolo non riflette la posizione di GiratempoWeb.net ma solamente il punto di vista del giornalista.

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. nn so chi ha scritto questo rande commento ma sn pienamente d’accordo finalmente una recensione del genre.
    io spero che sia inserita la scena del drago e voglio vedere come capirà harry quali sn gli altri horcrux perchè nel principe si sn dimenticati di farlo dir a silente!!

  2. stavo iniziando a credere che a tutti i fan di harry potter gli si fosse fuso il cervello.
    Fortunatamente questa recensione dimostra che non è così.

  3. Ognuno ha diritto ad esprimere la propria opinione, ma non è detto che quelli a cui è piaciuto debbano essere per forza considerati “fusi”. Pur non negando le pecche a livello di sceneggiatura (e ce ne sono parecchie) ritengo so tratti comunque di un bel film. Io mi sono molto commossa alla scena delle bacchette sollevate che fanno andare via il marchio oscuro.

  4. Forse di possibilità a mr Yates sono già state date abbastanza,
    lo dico come appassionato di cinema, se non fossimo in una serie
    come collaudata Harry Potter, a David Yates non sarebbe permesso neanche di
    avvicinarsi un set cinematografico. A parte cosa c’è e cosa non c’è
    nei suoi film dai libri a iniziare dalla storia, il livello tecnico
    è imbarazzante per film come questi.
    Alcuni sostengono che con due film avrà tutto il tempo x poter mettere
    tutte le parti del libro e che i doni saranno meglio (faccio presente che
    lo stesso si diceva con il film del principe dopo quello del ordine)
    Io invece credo che con ha disposizione quasi 6 ore Yates
    si perderà in cose senza senso, perdendo di vista la vera storia.
    Il fatto che la battaglia di Hogwards duri 30 minuti non vuol dire che sia
    una cosa buona, Yates non è Peter Jackson che può rendere una battaglia che dura un film una esperienza epica.

    Il Film del principe è alle sue battute finali, ha guadagnato fin’ora nel mondo 815 milioni di dollari con prossimo week può arrivare a 850, quasi 100 milioni sotto l’ordine della fenice (938).
    Ma va detto che negli anni il prezzo dei biglietti è aumentato, vuol dire che il numero di persone al cinema è diminuito.
    Adesso non ci resta che aspettare 1 anno per la prima parte dei doni della morte (novembre 2010) e la seconda parte (luglio 2011)

  5. Personalmente,a me è piaciuto….è molto ricco di particolari,senza contare naturalmente la morte di Silente,la quale è stata fin troppo sbrigativa.
    Tuttavia,il film che meno preferisco è il quarto,perchè troppe cose in quell’episodio sono state escluse e modificate.

  6. concordo pienamente cn la recensione e con dalastor! temo che la possibilità di avere tutto questo tempo nn farà che peggiorare la situzione yatesha già rovinato due film…gli lasceranno devastare anche gli ultimi due? o la warner aprirà gli occhi??è anche controproducente per loro…dovremmo assumere una forma di protesta e nn andare al cinema!

  7. Io sono PIENAMENTE d’accordo con questa recensione!! Non che non mi sia piaciuto il film, sia chiaro. Ma tra il film e il libro del Principe c’è tutta la differenza del mondo!! Il film sembra tratto da un libro comico che da un libro di Harry Potter. Partendo dal fatto che ero sicurissima che questo non sarebbe stato il mio film preferito perchè il libro non mi piace particolarmente, il libro è molto + cupo del film. Una mia amica, a cui non piace particolarmente Harry Potter, è andata a vederlo e mi ha chiesto se era un film comico o un film di Harry Potter…praticamente Voldemort non era presente nel film…tranne x i ricordi di Silente e Lumacorno. Comunque mi aspettavo già, ancora prima di vedere il film, che non sarebbe stato fedele al libro, nonostante David Yates ha affermato che, anche se hanno aggiunto molte parti inventate, sarebbe stato fedele al libro, e invece….E poi il funerale di Silente…per quel che ho sentito lo metteranno all’inizio del 7°, come se non fosse già abbastanza lungo di x sè…cosa gli costava allungare il film di 10 minuti e aggiungere quella scena, dico io?!
    Vabbè, speriamo che il settimo sia VERAMENTE fedele al libro!

  8. PIENAMENYE D’ACCORDO ANCH’IO!!! anche se il film mi è piaciuto anche se ho notato gravi brecche di sceneggiatura soprattutto nel finale, ma comunque concordo! ma se posso aggiungere una mia opinione, credo che la scelta di dare a Yates ( per carità, non ho niente contro di lui e non dico che come regista sia grammo)il timone della regia fino fine della saga sia stata una CAGATA PAZZESCA!!!!! ma si può sapere perchè sono andati a cercare un regista che si è occupato solo di fiction alla TV, quando c’è ne avevano uno ( anche inglese, come vuole JK) come Ridley Scott sotto il naso, gia vincitore di parecchi OSCAR???? i registi di TV devono restare dove sono e non buttarli a capofitto nel mondo del cinema internazionale! certo che la saga di Harry Potter è stata quella più strampalata che abbia mai visto! non è come Guerre Stellari o Il Signore Degli Anelli che hanno avuto un solo regista e un solo produttore dall’inizio alla fine e ne sono venuti fuori capolavori degni del nome! NO! qui li hanno cambiati come paia di scarpe! non c’è stato un solo regista che sia andato alla sede della WB è abbia detto ” io vi faccio tutta la saga dall’inizio alla fine! sto alle regole dell’autrice, ma i film li dirigo io”! il perchè me lo domando da un bel pò!
    X Dalastor: hai ragione anche tu, che il fatto che la battaglia duri 30 minuti non vuol dire 30 minuti di puro combattimento e che Yates non è Jackson! Anch’io spero che Warner si svegli fuori e metta un freno al suo lavoro per evitare che deragli completamente e trascini con se tutto! comunque c’è ancora tempo un’anno per il prossimo! dita incrociate e speriamo per il meglio e sottolineo SPERIAMO! sennò è un’ecatombe cinematografica totale ( se non è gia cominciata )!

  9. Difficilmente un film riesce ad avvicinarsi ad un libro, non ne possiede la complessità. Un film deve per forza eliminare una parte della storia, soprattutto se trasporta su pellicola un libro di 700 pagine. Purtroppo questo film ha lasciato indietro troppe cose, oltre ad essere stato scritto per un pubblico di under 13, mentre il libro aveva una complessità da adulti.
    Voglio proprio vedere cosa faranno con i Doni che non è assolutamente un libro per bambini.

  10. quasi completamente d’accordo..!! complessivamente un film carino, ma sicuramente al di sotto delle aspettative..sn rimasta del tutto contrariata a delle scene aggiunte cm l’attacco alla tana e il corteggiamento di harry alla cameriera..avrebbero potuto utilizzare quello spazio x mettere scene ke c’erano DAVVERO nel libro..tipo il funerale..nn posso in tutta onestà perdonare il fatto ke nn l’abbiamo messo..nn ho versato quasi nemmeno una lacrima nel film mentre nel libro la descrizione della morte di silente è davvero toccante!! bella invece la scena delle bacchette levate al cielo..forse è stata la più commovente!! ritmo decisamente troppo lento..e omissione di parti troppo importanti!! tipo quanti e quali horcrux ci sono!!! ma stiamo scherzando…spero solo ke sappiano quello ke facciano..xkè nn vorei vedere ke nel settimo e ottavo film harry ricevi un’illuminazione in sogno su quanti horcrux ci siano da cercare..nn hanno nemmeno mostrato la tiara nella stanza delle necessità!! coma farà a trovarla poi???? nn potrei mai perdonare loro di chiudere disastrosamente una saga così stupenda..!! nn ci resta ke sperare ke i prossimi siano davvero ben fatti!!

  11. Pienamente d’accordo con l’articolo. E’ chiaro che il film non è da buttare (ha qualche piccolo lato positivo), ma non trasmette subito quella spinta emotiva che porta a dire che hai visto un film fatto bene. Occorre guardarlo più volte per capire certe scelte di regia e sceneggiatura. In quanto a David Yates era già da scartare dopo l’Ordine della Fenice a mio avviso (visti i nomi di registi che hanno scartato dopo i film precedenti), ma è evidente che il botteghino gli ha dato troppa ragione. Certo è che con molta probabilità l’ultimo film sarà quello che lo “aiuterà” affinchè venga meglio, vista la divisione in 2, il fatto che sia l’ultimo e che si chiuda in bellezza, la storia intricata che è da raccontare bene…

  12. ottima recensione!!! Il film non è tutto da buttare, la scena della caverna mi è piaciuta, ma devo dire che sono rimsta delusissima nel finale…Primo, niente funerale che per me è una tra le cose più importanti non solo del sesto libro ma di tutta la saga, non si sta parlando del funerale di Madama Chips ma di Silente!!! Secondo il canto della fenice dovrebbe essere un momento delicato, soave…un corno! Fanny “canta” e loro tre stanno lì tranquilli e beati…ma dov’è la disperazione? Il mago più incredibilie di tutti i tempi è morto e loro parlano tranquilli…Per quanto riguarda le scene aggiunte l’attacco alla Tana poteva anche starci (anche se non mi ha detto molto) ma il corteggiamento proprio mi è sembrato fuori luogo. Un’altra cosa del film che mi ha delusa è stata l’assenza della battaglia alla fine, solo un paio di incantesimi tra Harry e Piton, e basta. E quando erano sulla torre Harry è rimasto lì a guardare senza fare niente, cosa decisamente NON da Harry, infatti nel libro J.K.Rowling l’ha fatto immobilizzare sotto il Mantello, nemmeno lei avrebbe trovato un modo per farlo stare fermo in una situazione del genere! Mi auguro di tutto cuore che il settimo e l’ottavo film vengano resi bene, senza aggiungere stupidaggini varie togliendo il posto a parti importanti!!

  13. personalmente a me il film è piaciuto moltissimo…niente a che vedere con harry potter 3…ma di sicuro più bello del quarto che a mio parere faceva pena…credo ch yates sia stato bravo…e cmq quasi tutte le scene di passione del film c’erano anche sul libro…cmquna cosa mi lascia un po’ dubbioso….vorrei prorpio sapere come faranno nel settimo a far sposare fleur un fratello di ron sconosciuto per chi non ha letto i libri..

  14. molto probabile che la scena del matrimonio sarà eliminata, la Tana è distrutta dal fuoco o no? comunque non credo che avranno molti scrupoli nel modificare la trama, visto i precedenti. personalmente credo che nessuno dei film è al altezza dei libri ma comunque andrò a vedere anche gli ultimi 2 come tutti i fans.

  15. Sono d’accordissimo con questa recensione. Purtroppo il 6° capitolo era fondamentale per il finale della saga ed il film ha omesso particolari troppo importanti. Come ho già scritto subito dopo aver visto il film, sono rimasta troppo delusa dalla sceneggiatura. Della narrazione non è stato dato risalto all’atmosfera dark del libro, alle preoccupazioni, alle angosce, alla paura (di Harry e non solo). La storia di Voldemort ridotta ad due fugaci apparizioni dove non si capisce nulla della sua personalità e del suo percorso. Il rapporto tra Harry e Silente ed i loro incontri privati ridotti a “battutine ormonali”…. Non so…. senza parole!!!!

  16. Francamente a me il film è piaciuto, lo considero quasi il migliore dal punto di vista CINEMATOGRAFICO. Se parliamo a livello di adesione al libro è un’altra questione perchè ovviamente gli unici due film identici ai libri sono stati i primi due. Sinceramente sperare che i film siano “rispettosi” dei libri credo sia ormai inutile poichè libri e film viaggiano da tempo su due lunghezze d’onda assai differenti. Inoltre molti dei tagli fatti nell’ultimo film non li vedo cosi tragici in fondo (a parte quello degli Horcrux al quale, in fondo, non è tanto difficile trovare una soluzione nel settimo… ).
    Se posso rispondere poi, con CALMA, ai commenti di sopra….
    In primis non è detto che a quelli che è piaciuto il film abbiano il cervello fuso, hanno semplicemente capito che il film è una cosa – il libro un altra. Si parla di tagli abnormi ma sinceramente questi di HP sono nulla in confronto di altri film tratti da romanzi dove la trama viene riscritta praticamente.
    Si critica la mancanza di alcune sceme o personaggi (vedi Bill) utili allo spettatore “nuovo” che non capisce poi. Beh francamente credo che la quasi totalità degli spettatori dei film abbia letto i libri della saga(caratteristica unica visto il vasto successo di HP) e dopotutto alla fine della storia CINEMATOGRAFICA, di fatto, non erano rilevanti nel sesto personaggi come Fleur o Bill. Tenete poi conto che la WB deve anche pagare gli attori e quindi meno ce ne sono meglio è per loro.
    Motivi economici oltre che lavorativi ci sono anche dietro alla scelta di piu registi… in primis era veramente impossibile che un regista fosse rimasto per tutti i 8 film e quindi per piu di 10 anni su una saga sola, soprattutto su una saga tratta da libri e quindi non da una sceneggiatura personale. Se non sbaglio Guerre Stellari non è tratto da libri della portata di Hp, o sbaglio? Per motivi economici poi per la WB avere sempre lo stesso regista comportava anche un costo piu elevato per il suddetto regista che avrebbe preteso un salario sempre piu elevato per continuare la saga… Sembra strano ma sarebbe stato cosi.
    In conclusione. Il film, visto unicamente come film, è di un livello ottimale secondo il mio parere. Sperare che i film siano ancora identici ai libri è inutile perché staremmo al cinema per non so quante ore altrimenti. Persino J.K. Rowling, in una intervista che lessi, diceva che per lei i film erano una cosa a parte dai libri. Tuttavia però accetto che una persona dica – a me non è piaciuto-ma per piacere non dite – a me non è piaciuto e a chi è piaciuto sta fuori con la capoccia!- perché non si puo pretendere che un parere personale sia assoluto. Io ho spiegato le motivazioni per le quali il film mi piace ma non pretendo che mi condividano tutti. Ciao! 🙂

  17. rega secondo me voi esagerate… cioè….- il film è TRATTO dal libro… nn si puo pretendere che sia uguale in trutto e per tutto… anche perche nn si riuscirebbe mai a rendere tutti i particolari di unn libro in un film di due ore e mezza… se tutti i film sarebbero dovuti essere perfettamente fedeli ai libri… beh di pellicole ce ne sarebbero dovute essere quattordici…. sinceramente il lavoro di yates mi ha deluso di piu nell’ordine della fenice che nel principe… pèoi… molti dicono che il film è brutto perche il finale è rimansto in sospeso… secondo me invece è una grande trvata cinematografica… anche il NON spiegare benissimo il meccanismo horcrux è una buona mossa per portare gli spettatori ad andare assolutamente a vedere i settimmi… io sn ottimista… secondo me i settimi ci daranno molta soddisfazionne e recupereranno molto di qllo che si è perso nel 5 e 6 film… ciauuuuuuuuuuu

  18. Davvero un articolo sensato!! Sono proprio d’accordo. Mi auguro solo, come tutti, che il settimo film sia davvero il migliore.

  19. Pw Scrive:

    “Se non sbaglio Guerre Stellari non è tratto da libri della portata di Hp, o sbaglio? Per motivi economici poi per la WB avere sempre lo stesso regista comportava anche un costo piu elevato per il suddetto regista che avrebbe preteso un salario sempre piu elevato per continuare la saga… Sembra strano ma sarebbe stato cosi.”

    Star Wars non è tratto da dei romanzi, ma tutto dalla incredibile fantasia di Lucas, un uomo che da solo a riconcepito il modo di fare cinema e di raccontare una storia. SW trilogia classica è un opera epica e mitologica, entrata nel immaginario collettivo, nella storia del cinema e nella cultura in generale. Dubito che lo stesso potrà succedere ai film di Harry Potter (anche se io lo avrei voluto)

    I registi non ha un costo fisso, molto dipende da chi è il registra in questione è un po’ come per i giocatori di calcio, i fuoriclasse costano milioni, mentre i mesterianti i registi medi costano meno e principianti ancora meno, ma questi sono spesso un rischio.
    David Yates appartiene a quest’ultima categoria, se gli hanno dato la possibilità di dirigere un film sto proprio nel costo, mentre Cris Columbus da bravo allievo di Spielberg e Lucas ha avuto il 10% degli incassi dei primi due film, Yates avrà voluto una miseria per dirigere tutti i film restanti.
    Forse uno dei motivi per cui Yates è il regista di 4 film di Harry Potter è che la WB ha capito una cosa: che ormai la saga era avviata che dopo i primi film chiunque avrebbe diretto gli altri avrebbe avuto un buon riscontro al botteghino.
    Harry Potter è per la WB solo una macchina per far soldi, il 6° film venne spostato da Novembre a Luglio perchè a detta della stessa WB si potevano fare + guadagni e poi a novembre avrebbe avuto + concorenza e il film non avrebbe resistito al vertice per un mese.
    Il 7° libro è diviso in due film non per motivi artisti o per far entrare tutte le cose raccontate nel libro, ma perchè in questo modo si possono guadagnare + soldi, spremere ancora di + il limone e noi.

    I film si fanno per soldi, ma io penso che i film dovrebbero essere come un buon pasto, vi piacerebbe pensare d’andare a mangiare in un ristorante 5 stelle e poi avere il cibo di un fast food?
    Perchè è questo che ci sta proponendo la WB.

    Tra qualche anno quando Harry resterà un ricordo e ad attori e produttori non interresserà più, in una qualche intervista ci si leggerà: “Gli ultimi film di Harry Potter Ah quelli erano aria fritta e pensare che hanno incassato più di quelli fatti bene.”

  20. Io credo che ormai sappiate bene tutti come la penso, ho recensito tutto ciò che ho sentito del principe e io stessa sono stata la prima a dire tutte quelle cose già menzionate nell’articolo e non posso che concordare con tutto. Per la prima parte dei doni…bè dopo questo non sono sicura di volerla vedere. Se lasciano ancora a scene ridicole tutto lo spazio e a quelle importanti un minimo di due minuti allora vuol dire che harry potter è diventato una commedia. Congratulazioni Yates, e anche alla Warner che ha insistito con lui.

  21. rispondo solo un attimo a dalastor. Scusa ma io cosa ho detto? Semplicemente che non si poteva avere lo stesso regista per motivi economici e vedo che concordi pure te e che Hp non poteva mai essere come guerre stellari che è tutt’altra storia e anche qui concordi mi pare. La stessa cosa detta con parole diversi. Discordiamo solo sulla qualità del film e quindi torniamo sempre sul fatto che i gusti sono personali. Tutto qua. E’ solo una questione di piacere o non piacere.

  22. X pw:

    Un film può piacere o meno, ma ci sono dei dati oggettivi sul linguaggio cinematografico che sono logici come il 2 + 2, regole di narrazione, di inquadrature, concetti di tempo e spazio, l’uso dei colori e delle luci, l’uso delle macchine e lo zoom, montaggio e dissolvenze tutte queste cose fanno parte di un film e fanno la differenza tra un filmetto di matrimonio e un vero lungo metraggio e un kolossal.
    I film di David Yates falliscono proprio a livello di linguaggio cinematografico. Ci sono film che ho visto e che sinceramente non mi sono piaciuti, vedi l’ultimo star trek, ma devo dare atto che tecnicamente il film di JJ Abhrams è perfetto.
    Se boccio l’ordine della fenice e il principe mezzo sangue non è solo perchè il film non mi piace, ma perchè non risponde alle più elementari regole del linguaggio cinematrofrafico.

    Per quanto riguarda Star Wars, non è vero che tutti i film della serie sono stati fatti da Lucas, che ha fatto nella trilogia classica solo l’episodio IV
    gli altri sono stati girati da: Irvin Kershner l’impero compisce ancora e Richard Marquand per il ritorno dello Jedi.
    Registri che hanno dimostrato d’essere migliori dello stesso Lucas.

  23. Non vi capisco…perchè tutto questo astio nei confronti di un film così bello? I difetti ce li ha eccome, ma come tutti gli altri film di Harry Potter del resto, nè più nè meno.
    Smettetela per favore: è stato bellissimo, sia dal punto di vista della forma che del contenuto. PUNTO.

  24. concordo pienamente con questa recensione.e ci tengo ad esprimere in maniera particolare che io sono stata davvero sorpresa,se non delusa, da quello che hanno “combinato” con questo film.a me è sempre piaciuto harry potter,e anche se molte volte negli altri film hanno levato parti importanti rispetto al libro,non me ne ero mai preoccupata veramente.si,perchè persino nell’ordine defenice hanno saputo adattarsi abbastanza bene.ma qui proprio,c’è stata una tale infedeltà al libro,che se io fossi la Rowling, mi sarei arrabbiata,ma di brutto. nell’espresso per Hogwarts hanno fatto ritrovare harry da luna, anzichè tonks,e di quest’ultima non si accenna proprio al fatto che ultimamente sia di malumore.la questione Draco-mangiamorte non è ben affrontata, c’è troppo amore così che non lasciano spazio a cose più importanti come la morte di silente, o peggio di tutto, non hanno messo abbastanza ricordi di tom riddle, che nel libro ce ne sono, parecchi.e hanno fatto capire,attraverso Silente,nel film,che gli horcrux potrebbero essere qualsiasi oggetto,quando invece proprio Silente,nel libro, dice che Lord Voldemort mai e poi mai si sognerebbe di mettere la sua preziosissima anima in un qualsiasi contenitore(ed è vero)! NON CI SONO PAROLE!!! lo scandalo è stato enorme!

  25. è sato l’unico che sono andato a vedere al cinema e l’unico che non mi è piaciuto per niente!! mi aspettavo mooooooooolto di più!!!
    il regista bisognerebbe fucilarlo!!! e gli hanno dato pure il settimo!!
    alla warner brows ultimamente si sono fumati il cervello!!!
    SECONDO ME SE HARRY POTTER LO AVREBBERO DATO ALLA WALT DISNEY NE SAREBBE USCITA FUORI UNA SAGA ANCORA PIU’ BELLA!!! SOPRATTUTTO GLI ULTIMI DUE FILM!!!
    la warner non ha per niente valorizzato la saga quanto meriterebbe!!!
    e stiamo parlando della saga più famosa e fruttosa di sempre!!
    superiore anche a saghe come STAR WARS e INDIANA JONES.

    cmq la storia scritta dalla rowling è bellissima!!
    peccato che mi spettassi molto di più dal film dopo aver aspettato così tanti anni per vedere come finiva la storia con piton!!!!!
    màhhhhhhhhh!! sono un pò incazzato!!! ma va bene lo stesso!!!spero solo che gli ultimi due film siano bellissimi!!!

  26. daccordissimo con paolo!!!!! anke se secondo me la warner bros va bn, ma è il regista da cambiare…forse la walt disney l’avrebbe + “cartonianimatizzato”…hehe

  27. dalastor:
    “David Yates appartiene a quest’ultima categoria, se gli hanno dato la possibilità di dirigere un film sto proprio nel costo, mentre Cris Columbus da bravo allievo di Spielberg e Lucas ha avuto il 10% degli incassi dei primi due film, Yates avrà voluto una miseria per dirigere tutti i film restanti.”

    PAROLE SANTE!!
    E comunque io ho adorato i primi due film di Harry Potter, i personaggi erano resi bene e la storia si capiva! Dal terzo in poi è cominciato a mancare qualcosa, nel terzo mancava il litigio del trio, mancava l’Hermione stressata e triste, il quarto non mi è piaciuto molto, il quinto mi è piaciuto solo alla fine perché mi ha commosso, il sesto è stata un’amarezza.
    Mi auguro che gli ultimi due siano resi bene, visto che la storia sarà divisa e avrà più tempo, cerco di essere ottimista ma Yates non mi va giù.

  28. ke dire questa si ke 1 recensione dice esattamente tt quello ke nn va in questo film..io dico ke nel complesso è carino ma alcune scene nn mi sn piaciute , tipo l’inizio ..spero ke harry potter e i doni della morte sia migliore ..devono anke dare spiegazioni degli horkcus ke dovevano essere date nel 6 …inoltre spero ke la battaglia di hogwarts sia una delle scene più tese ,quasi commuovente..mi auguro ke si ispirino al massimo al libro ke è fantastico..besos
    p.s.LEILA93 HAI RAGIONE

  29. oh! finalmente una recensione con cui vado a braccietto!
    e basta buonismi, per favore!
    Yates è un disastro…
    su due film, ha rovinato l’intera trama di Harry Potter!
    se non fosse, come dice la recensione, un film collaudato a quest’ora Yates sarebbe stato spedito a calci fuori dalla WB!
    spero sempre che la Warner si accorga del casino che ha combinato.
    intanto NON comprerò il DVD, in segno di protesta.
    e, oltretutto, il film l’ho visto gratis se no, forse, non sarei neanche entrata in un cinema a vederlo…

  30. FINALMENTE UNA RECENZIONE DECENTE!non ne potevo più di tutti quelli che idolatravano Yates per il suo “buo lavoro”!!!per me il film non solo è stato mal fatto ma proprio apatico, non mi ha lasciato mezza traccia di emozione! concordo assolutamente con dalastor e edoardo: se non lo cacciano o non se ne rende conto sarà ancora peggio con gli ultimi 2 film e francamente mi dispiace che si sia rovinata una saga tanto importante per un incompetente.

  31. Salve a tutti i fan di Harry Potter,quello che voglio dire e che il regista va Cambiato insieme a chi scrive la sceneggiatura sono di una scarsità da fare paura,e sono convinto che il Settimo film di Harry Potter riusciranno a rovinarlo ne sono cosi convinto.Non capisco come mai la Stampa non abbia detto che il Sesto film come anche il 5 film di Harry sono stati film pessimi e lontani dalla storia della rowling,non capisco perché i fan non si sono lamentati con la warner bros per harry potter 6 che e stato un fiasco da paura,chi la visto e rimasto sconcertato e solo,piaciuto alla fascia di ragazzi dai 8 a 13 anni al resto dei ragazzi affatto ribrezzo e sono rimasti terribilmente delusi.Quindi io sono convinto che il settimo film di harry potter verrà rovinato come gli altri,quindi ragazzi datevi una mossa non e giusto che il gran finale di harry potter venga rovinato.Vorrei una vostra opinione sull’ argomento io sono convinto che questo regista non vada bene..questo e il mio pensiero ciao a tutti i fan di harry potter

  32. Anche se in ritardo, commento dicendo che se Yates avesse evitato la scena dell’attacco alla tana il funerale avrebbero potuto mostrarlo, se avesse cacciato la scena della cameriera avrebbero potuto risparmiare due o tre minuti, perché la scena dei Dursley non era indispensabile e Silente avrebbe potuto dire ad Harry dell’eredità di Sirius prima di lasciarlo alla Tana… se avessero cacciato le scenette amorose (specialmente tra Ron-ron e Lav-lav) avrebbero potuto mostrare il ricordo di Epzibah Smith, indispensabile per la coppa di Tassorosso… quello dei Gaunt è importante, ma essendo l’anello già stato distrutto bastava anche solo accennarlo… per la battaglia, che avrebbe giovato al ritmo del film, bastavano pochi minuti, come quella al ministero nell’ordine della fenice… però dovevano essere cinque o sei minuti di distruzione e adrenalina. In questo modo il film sarebbe stato di poco più lungo…
    attacco alla Tana: 3/4 minuti;
    cameriera della metropolitana: 1,30 minuti;
    due o tre scenette di Ron-ron e Lav-lav: 4-5 minuti.
    Dunque: 3,5+1,5+4,5=quasi 10 minuti in meno!
    ricordo su Epzibah: anche due o tre minuti, massimo quattro;
    funerale di Silente: 5 minuti, bastava farlo vedere, come il matrimonio di Bill e Fleur, Scrimgeour si poteva anche mostrare solo nel settimo;
    battaglia: 5-6 minuti.
    2,5+5+5,5= 13 minuti…
    quindi, se il film realizzato da Yates dura 147 minuti, sottraiamo i 10 minuti di scene inutili e siamo a 137 minuti, più i tredici minuti di scene che volevo io 150 minuti… tre minuti di differenza che avrebbero salvato il film…

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.