Nomen Omen: Hogwarts staff

Argus Filch (Argus Gazza)
Il custode Magonò di Hogwarts è noto per il suo carattere irascibile e l’amore per le punizioni severe. Il suo nome deriva da quello di un gigante della mitologia classica, Argo Panoptes, che secondo alcuni miti aveva cento occhi e serviva la dea Hera come guardiano. Al nostro Argus non sfugge (quasi) nulla e passa intere nottate a pattugliare i corridoi. Il cognome deriva da “to filch” ossia “rubacchiare”. Il suo ufficio è pieno di oggetti requisiti agli studenti. Proprio per questo motivo è stato tradotto in italiano con “Gazza”, un volatile dalla voce sgraziata noto per rubare oggetti luccicanti. Se vogliamo aggiungere un’ulteriore interpretazione comica basta considerare un altro Argo molto famoso, il cane di Ulisse, e allo stesso tempo pensare al grande amore del custode…la sua gatta!

Madam Poppy Pomfrey (Madama Chips)
La premurosa e inflessibile infermiera deve il suo nome al fiore di papavero (in inglese “poppy”) da cui si ricava l’oppio*, una sostanza nota per le sue proprietà antidolorifiche e soporifere sin dall’antichità. Pomfrey invece è molto simile a “comfrey” ossia “consolida maggiore”, un’altra piantina con proprietà curative in grado di favorire la cicatrizzazione e la formazione di callo osseo. La traduzione italiana deriverebbe dal verbo “to chip” ossia “tagliuzzare”, riferito in questo caso all’attività medico-chirurgica.
*occhio gente, al giorno d’oggi l’oppio è considerato una sostanza stupefacente, quindi se avete mal di denti non andatelo a chiedere al farmacista!

Madam Irma Pince
La professionale e pignola bibliotecaria custodisce gelosamente i libri della scuola. Irma è un nome di origine germanica e significa “intero, universale”. I suoi libri contengono effettivamente tutto ciò che i maghi hanno vissuto ed inventato nel corso della storia. In più, giocando sul termine latino “firma” ossia “ferma, solida, convincente”, si ha l’immagine di una donna inflessibile e che fa rispettare le regole. Pince deriva da un tipo di occhiali detti “pince-nez” che letteralmente pizzicano il naso quando vengono indossati. Spesso vengono raffigurati sul naso di intellettuali e artisti.

Rubeus Hagrid
Il Mezzogigante guardiacaccia e professore di Cura delle Creature magiche è uno dei personaggi più celebri e amati della saga. Rubeus deriva dal latino e significa “rosso”. Il buon Hagrid era un Grifondoro e nonostante la sua mole e i modi poco raffinati è una persona estremamente sensibile, buona e coraggiosa. È lui a portare il piccolo Harry dai Dursley e a condurlo per la prima volta nel mondo magico. È estremamente fedele ad Albus Dumbledore, che a sua volta gli affiderebbe la propria vita riconoscendone il valore. Hagrid potrebbe derivare dal verbo arcaico “to hagride” ossia “spaventare, tormentare”, oppure nel folklore inglese “hag” è un tipo di spiritello che causa incubi ai dormienti. Come già detto non è certamente un pericolo, anche se la sua mole incute spesso terrore a chi lo incontra!

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.