Emma Watson ed Hermione Granger intervistate da Vanity Fair

Emma Watson

Una nuova intervista di Emma Watson è stata pubblicata da Vanity Fair. Nel breve articolo, Emma ricorda quanto ha in comune con Hermione Granger sin dal primo film di Harry Potter.
Inoltre ammette che al sua esperienza alla brown university è stata una sfida

Hermione

C’erano una volta due bambine che vivevano in Inghilterra. Entrambe erano gentili, piene di energia, e desiderose di piacere, e avevano l’affascinante abitudine di dire alla gente cosa fare. Una è stata chiamata Hermione Granger, l’altra Emma Watson.

«Se devo essere sincera, io mi sentivo lei», dice Emma. “Ero molto appassionata. Ero super-desiderosa di piacere e di essere buona. Sono sempre stata autoritaria”.

All’età di 11 anni, Hermione era così brillante e vincente che è stata selezionata per andare a Hogwarts, la famosa scuola di magia nella saga di Harry Potter. All’età di nove anni, Emma era così brillante e vincente che è stata scelta tra decine di migliaia di ragazze per interpretare Hermione nel primo film “Harry Potter e la Pietra Filosofale”.

Sulla vita alla Brown:

“E ‘stato orribile”, ricorda il suo primo pensiero, durante la settimana da matricola.

“Devo essere pazza.Perché sto facendo questo?” Ero nervosa, speravo di prendere il ritmo di quella vita.

Mi sentivo come se fossi entrata in un film americano. Poi ha iniziato a incontrare delle persone: un compagno di stanza che non avevano alcun interesse per Harry Potter (uff!), Alcuni ragazzi molto amichevoli, e alla fine Rafael Cebrián.

“Credo in realtà di essere la persona peggiore della classe”, dice Emma allegramente. Dopo aver passato un periodo giovanile come una superstar, Emma ha finalmente scoperto cosa si prova ad essere normale,una ragazza libera e ha scoperto di non essere mai stata più felice di così.

Prima avevo paura di venire alla Brown, paura che non mi sarebbe stato permesso di avere due vite:una carriera e una vita normale. La gente potrebbe pensare che io non meriti di avere entrambe le cose. “In realtà avevo paura che la gente avrebbe pensato :Perché vorresti essere normale?”

Fonte:Snitch Seeker l Libera traduzione dall’inglese a cura di omino bianco

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. Chi pensa così é solo gente gelosa o che la vuole in qualche cosa cha ha lei non piace! i soldi non sono tutto e voler avere una vita normale come tutti gli altri e non sentirsi superiore a nessuno è per me la cosa più bella e che ammiro di Emma! Tutti hanno paura la prima volta che vai in un posto pieno di persone sconosciute, compreso me! E’ la peggiore della classe? so cosa si prova! Sempre in gamba e buona fortuna nella vita, Emma Watson/ Hermione Granger!

  2. Emmina ti adoro!

    Credo che sia l’unica attrice giovane che ha ancora la testa sulle spalle…

    EMMA SEI MITICA!

  3. @hp98:é fatto di proposito per dire che é stata intervistata sia come ragazza che come attrice 😉
    Comunque.. emma é davvero fantasticaaaaa! 🙂

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.