Emma Watson parla dei Doni della Morte, la sua vita, i suoi progetti.

Sembra non terminare la lunga fila di interviste concesse ultimamente dall’attrice Emma Watson (Hermione Granger). Oggi è il turno di quella rilasciata alla rivista britannica Mizz, che ha dedicato la copertina dell’ultimo numero alla fortunata attrice, nella quale parla del suo ultimo film di animazione – The Tale of Despereaux – ma anche di argomenti di nostro interesse, ovvero Harry Potter. Ecco gli stralci interessanti:

Ogni tanto scegli di partecipare ad altri film per assicurarti che la tua figura non venga classificata con il personaggio in Harry Potter?
Si, ma anche per lavorare con persone veramente interessanti e di talento. 

La solitaria Principessa Pea si fa amica del topo Despereaux. Hai veramente il tempo di andare in giro con le tue amiche? Se si, cosa fate di solito?
Andiamo a Starbucks, poi a comprare qualche CD, giriamo per le case di tutte quante, come la vita di una ragazza normale. Ho anche diversi amici e mi piace il pensiero che posso sempre contare su di loro.  

Parlando di ragazzi, desidereresti trovare un ragazzo in particolare?
No, in realtà non mi interessa nessuno tipo in particolare, ma mi piacciono i ragazzi che fanno sport e che parlano 2 o 3 lingue diverse. Così funziona per me!
[ad]

Quando sei in pubblico, vieni riconosciuta da molti?
Si, ma quando esco di solito cerco di passare inosservata. Non è così brutto, la gente mi fissa molto, ma non rinuncio ad uscire solo perchè mi chiedono un autografo. Questo sarebbe terribile! A volte vorrei che la mia vita fosse più semplice, ma quasi sempre mi sento la ragazza più fortunata del mondo. Dopotutto, chi ha una vita veramente normale?

Hai mai avuto incontri bizzarri?
Poco tempo fa una donna mi ha preso per il braccio, mi ha guardato molto seriamente e mi ha detto: “Sei molto carina anche nella vita reale!”. Non sapevo cosa dire!

 Nel film, la Principessa Pea insegna al topino a leggere. Leggi molto nella tua vita reale?
Attualmente sto studiando per entrare alll’università, quindi leggo moltissimo a casa. Ho cominciato a rileggere Harry Potter e i Doni della Morte, in preparazione delle riprese del film che ci saranno a Febbraio. Leggerlo per la seconda volta lo rende ancora più bello.

Che altri passatempi hai? Si dice che sei molto brava a ping-pong…
I miei genitori ci giocano e sono abbastanza competitivi. Non mi hanno mai lasciata vincere, così mi sono allenata molto bene con loro. Dan e Rupert si sono arrabbiati quando ho vinto con loro. Credo che Rupert ci sia rimasto molto male!

Avevi 11 anni quando è stato rilasciato il primo film di Harry Potter, ed ora nei hai 18. Alcune volte hai mai desiderato che i tuoi anni dell’adolescenza fossero più normali?
No mi sarebbe piaciuto se quei miei anni nel mondo dello spettacolo fossero stati diversi. Ho imparato moltissime cose, ho conosciuto un sacco di persone di provenienza diversa e ho avuto esperienze incredibili. E’ stato strano, ma bello. In più nessuno ti dice come si fa a vivere con la fama, camminare sul tappeto rosso, o rispondere alle domande su di te. Spero di averlo fatto bene. So di essere stata molto fortunata.

Sei ricca e famosa. Alcune volte ti è stato difficile mantenere il controllo?
Ho una rete sicura di familiari e amici. I miei genitori sono entrambi avvocati e non hanno alcun interesse nell’entrare a far parte dell’industria del cinema. Molte persone non capiscono che non desidero essere attrice a tempo pieno, dato che la scuola mi tiene in contatto con i miei amici e con la realtà. Così mi sento normale. Ad essere onesta, possiedo abbastanza denaro da non tornare a lavorare, ma non voglio questo. Imparare di continuo mi spinge ad essere motivata.

Hai ottenuto il voto più alto possibile nei tuoi esami GSCE. Quali sono i tuoi piani per il futuro?
Sto pensando a diverse Università, incluse alcune americane. Se vado li, studierò Arti, ma se rimango in Regno Unito, studierò Letteratura Inglese.

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Io penso che Emma Watson sia veramente fantastica e non so voi ma morirei dalla voglia di conoscere una ragazza di 19 anni che con 10 milioni di dollari in tasca riesce a dire che gli studi la prendono ancora molto rispetto al cinema
    Perchè rilascia tante interviste? Secondo me semplicemente per un fatto pubblicitario sta decidendo se andare in america o no.
    ovunque tu sarai, spero un giorno di poterti esprimere i miei sentimenti emma sei la migliore!!!
    Ti amo!!!Per te lascerei tutto quell che ho, poco ma tutto.

  2. io sono il suo fan migliore e dal 1° harry potter ke mi ha ammagliato… cmq lei è bellissima e inteliente… spero di conoscerla un giorno… P.S. SONO IO IL NUMKERO UNO DEI SUOI FANS!!!! RICODATEVELO

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.