Harry Potter e il Principe Mezzosangue: la recensione di Phoenixhp7

E’ difficile trovare delle parole adatte per poter recensire e descrivere le sensazioni provate dopo aver guardato un film, soprattutto se in questo caso, si sta parlando di uno degli adattamenti cinematografici della propria saga preferita. Tante aspettative e speranze sulla sua buon riuscita, aleggiavano intorno ad Harry Potter e il Principe Mezzosangue: ma il film ha ricompensato i fans per la lunga attesa del debutto cinematografico? A questa domanda ognuno troverà mille risposte diverse, ed è giusto che sia così. Ma cerchiamo di analizzare ogni passaggio della pellicola per poter esprimere un giudizio globale su di esso.

Nel lontano 2006, aspettai con trepidazione l’uscita nei cinema di Eragon, trasposizione cinematografica del primo tomo della saga di Cristopher Paolini. La delusione fu tanta, per un film totalmente stravolto nei contenuti, e da allora promisi a me stessa di cercare di guardare ogni adattamento con un occhio più staccato dalle pagine del libro, proprio per non rimanere con l’amaro in bocca. I libri sono libri, ed i film sono i film. Ed è da questa riflessione che, secondo la mia opinione, bisogna partire per giudicare Il Principe Mezzosangue.

Ci troviamo, infatti, di fronte ad un film nuovo, per certi aspetti: un film che sicuramente va digerito per poter essere commentato. Chi avrà letto il libro, sarà rimasto particolarmente deluso per l’assenza di qualche scena fondamentale, mentre altri avranno sicuramente visto di buon occhio le scelte operate da David Yates. Ma andiamo per gradi.

I primi minuti del film lasciano ben sperare, e le aspettative si allargano ad una visione ottimistica: lo spettatore viene completamente immerso nella magia e nell’atmosfera magica che si respira. Con il procedere dei minuti, però, si arriva ad una pecca: ritroviamo Harry seduto in un ristorante Babbano che cerca di rimorchiare una cameriera; quello stesso Harry che, in preda al dolore per la morte del tanto amato Sirius Black, avrebbe sicuramente reagito diversamente. Una scena, dunque, di cui il film avrebbe fatto volentieri a meno.

In questi passaggi ritroviamo Silente, e la sua mano nera (particolare al quale non viene dato molto importanza!): bisogna qui sottolineare la prestigiosa arte recitativa di Michael Gambon, che proprio in questo film, riesce a far emergere il vero carattere e la vera personalità del Preside di Hogwarts.

Su questo versante, è doveroso spendere qualche parola anche sulla new entry del cast, il Professore di Pozioni, Lumacorno, brillantemente interpretato da Jim Broadbent: non potevo aspettarmi di meglio.

Tuttavia, le capacità degli attori non bastano per poter consacrare un film. Purtroppo non riesco a condividere alcune scelte del regista: la prima parte del film (oltre un’ora) ed anche di più, è totalmente dedicata a sviluppare le storie d’amore e i conflitti adolescenziali che si propongono su questa strada: troviamo il triangolo Lavanda-Ron-Hermione, e la coppia Harry-Ginny. Tutto è incentrato sul versante “rosa” del film, con battute spiritose e scene che vengono girate con tutti i minuziosi particolari: purtroppo, però, anche il tanto atteso bacio tra Ginny ed Harry risulta freddo e “calcolato”.

Ma stiamo assistendo ad Harry Potter e il Principe Mezzosangue, o ad Harry Potter e le Storie d’Amore dei Protagonisti? Il dubbio viene alla fine del “Primo Tempo”, e viene particolarmente sottolineato dalla scarsa spiegazione del nodulo della storia: il Principe Mezzosangue viene soltanto accennato, e sembra soltanto una figura di contorno.

Sembra di assistere più ad un film “comico”, e se questo era l’intento del regista, non posso che fargli un plauso. Ovviamente le scene riguardanti gli intrighi d’amore sono presenti nel libro, e non potevano essere tagliate, in quanto fondamentali anche per il libro successivo, ma cercare di ridurre il tutto per dare spazio a scene ben più importanti, non sarebbe stato male. Ad esempio, il discorso sugli Horcrux, che viene soltanto vagamente accennato, oppure ai ricordi di Voldemort.

Un’altra pecca è sicuramente rappresentata dall’assenza del Funerale di Silente, che nel libro viene magistralmente descritta da J.K. Rowling, mentre nel film viene sostituita, in pochi minuti, dal commovente strazio di tutti i presenti. Magari i fan avrebbero preferito vedere questa scena, invece che le battuttine ed il gioco di sguardi tra i protagonisti del film.

Personalmente ritengo inutile anche l’attacco alla Tana, che non ha molto senso, quando si sarebbe potuto inserire tranquillamente la Battaglia ad Hogwarts ad opera dei Mangiamorte.

Qualche aspetto positivo c’è sicuramente.

Bisogna sottolineare le prestazioni recitative di Evanna Lynch (Luna Lovegood) ed Emma Watson (Hermione Granger), che in questo film mi hanno colpito particolarmente. Quanta tenerezza si avverte in Hermione, alla fine del film, quando Silente è deceduto.

Eccelso anche Tom Felton che ha interpretato in maniera magnifica la parte di Draco Malfoy. E simpaticissima la scena della Felix Felicis ad opera di Daniel Radcliffe (Harry Potter).

Ottima la colonna sonora e spettacolari gli effetti speciali: particolari e dettagli che hanno impreziosito la pellicola. Di nota è la scena nella caverna, dalla quale inizia un pò di azione nel film, con i tanti piccoli-Gollum (sembravano proprio una sua imitazione), che hanno fatto sussultare la platea quando hanno preso la caviglia di Harry Potter per gettarlo in acqua.

Si, proprio “sussultare”, perchè quasi tutti sembravano annoiati per la scarsa mancanza di colpi di scena: forse un film un pò troppo lungo e prevedibile.

Rimpiango un pò i tempi di Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, che per me rimane il migliore della saga, e spero che qualcosa possa cambiare nell’ultimo film del maghetto.

Harry Potter e il Principe Mezzosangue è sicuramente un bel film, ma forse chi ha letto il libro si aspettava qualcosa in più, che poteva essere tranquillamente realizzato, non aumentando la durata dell’adattamento cinematografico stesso, ma riducendo la parte “comica”, per chiamarla in questo modo. I film sono film, ed i libri sono libri, ma il paragone è inevitabile: quando si guarda un adattamento cinematografico, si pensa sempre alle scene del libro. Ovviamente non tutto può essere inserito in una pellicola, ma sono le scelte che si fanno, di privilegiare un aspetto rispetto ad altri, che possono cambiare e renderlo migliore. Guardando il Principe Mezzosangue da un occhio distaccato dal libro, può sembrare che la trama non segua un filo logico, alcuni eventi non si spiegano proprio se non si conosce la storia, e molti, in sala, paragonavano già il film ad una telenovela o all’ultimo Twilight.

Un film dunque che mi è piaciuto a metà, e che non è riuscito ad appagarmi completamente, lasciandomi indubbiamente l’amaro in bocca.

Phoenixhp7

VOTO: 7

Questa recensione non riflette la posizione di Giratempoweb.net, ma solo la personale opinione in merito del giornalista.

[ad]

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. bella recensione Phoenixhp7 ma personalmente nn mi trovo d’accordo su tutto. Apparte alcune scene penose come quasi tutte quelle con ginny e ad es. quando harry dice “fica”..il film è veramente un grande film…non è minimamente possibile paragonarlo all’ordine della fenice…non sembra neanche lo stesso regista…devo proprio complimentarmi con yates..credo cmq che nonostante le scene tagliate,le scene stupide e i cambiamenti…quest’ultimo film sia davvero il pezzo forte della saga..un film che riguarderei altre milioni di volte…nonostante io continui a ritenere il prigioniero di azkaban il migliore della saga…credo però che il 7 e l’8 film saranno i migliori…yates sta maturando…e sta capendo quello che i fan vogliono veramente dai film…per i lettori soprattutto il rispetto della trama e per gli appassionati del film l’oscurità e il dark…almeno a mio parere…e credo che tuto questo sarà visibilissimo nei prossimi film…siamo fortunati ad avere questo regista…anche se personalmente preferivo TIM BURTON come regista per tutti i film…

  2. sono d’accordo cn alby94…complimenti a phoenixhp7 veramente bella recensione!!anke io credo ke alla fine i film migliori della saga sono “i doni della morte 1” e “i doni della morte 2″…forse nel “principe mezzosangue” ci sono diverse cose ke nn piacciono cmq credo ke sia il migliore rispetto ai primi film della saga…ci voleva un pò di dark e romanticismo in più e a quanto pare questo film ne dimostra molto…cmq sono anke d’accordo ke nn si possono paragonare i film ai libri,mi sembra quasi logiko!!ho appena finito di leggere il libro ” i doni della morte” e devo dire ke mi è piaciuto tantissimo nn credevo di provare emozioni leggendo un “libro” e devo dire ke queste emozioni le trovo anke nei film quindi le scene possono essere anke diverse,le musike possono essere anke ripetitive,ma le emozioni ke danno sia il film ke i libri sono le stesse!!

  3. sono d’accordissimo con la tua recensione tranne per una cosa: io mi sono letto tutti i li bri come penso anche te e guardando il terzo film come fai a dire che è statto il migliore?????????? non viene menzionato niente (per es. codaliscia, felpato e compani non viene detto chi sono..) poi il patronus fatto ad onde d’urto non si poteva vedere… nel 5° almeno lo hanno rifatto un pò meglio per quanto riguarda il patronus (con gli animali)

  4. siccome nn ho visto il film nn posso commentare la parte della recensione ke lo riguarda, ma x il resto sn completamente d’accordo. ank’io sn rimasta stradelusa con eragon, ma nn riesco proprio a “cercare di guardare ogni adattamento con un occhio più staccato dalle pagine del libro”…cm dici tu. è un peccato, xkè nn mi godo mai i film cm si deve, ma sinceramente, siccome preferisco leggere, nn mi pento di nn aver letto i libri x godermi i film…

  5. Cara Phoenix, mi trovò perfettamente d’accordo con la tua recezione,
    la tua idea nei confronti dei film presi da romanzi.
    Il III film è il migliore lo dicono anche i critici ironicamente è quello che ha incassato meno, mentre l’ordine e il principe incasseranno tantissimo, una bella ingiustizia.
    Ma non ho sentito nessun critico cinamatografico lodare il lavoro di Yates, e non credo che lo farà mai ci perderebbe la faccia.
    Alby94 scusa, ma tu dioci che Yates sta maturando, quando a un regista viene affidato un film da 150 milioni di dollari di budget questo dev’essere già maturato. Solo Dio sa come come un regista televisivo neanche tra i migliori, (non stiamo parlando di Joss Whendon o di JJ Ahbram), è arrivato a poter fare gli ultimi film di hp forse perchè ormai la saga è talmente lanciata che chiunque anche un incompetente farebbe successo così hanno messo registri ben più bravi in altre saghe ancora da lanciare che potremo dire gli eredi di Harry. IL III film è stranamente criticato dai fans, ma il film una storia la raccontava e la capivano tutti lettori e non, adesso si va al cinema e in non potteriani non capiscono nulla neanche perchè il film s’intitola il principe mezzosangue, piton dice io sono il principe mezzosangue è allora che vuol dire, da dove viene questo sopranome. Dove sono gli horcrux tanto importanti? Dove la storia mano nera di Silente così importante x proseguire la narrazione? Non era meglio mettere una scena che spiegasse l’amore di Bill e Fleu?

    Il pubblico non potteriano non capisce il film, mentre il pubblico di fans deve riempire i buchi da solo. Un film deve raccontare una storia e la storia dev’essere comprensibile a tutti dev’essere tutta narrata, non solo in parte ed ad alcuni, questo è il minimo sindacale che un film deve dare.

    Una recensione coraggiosa Phoenix complimenti 🙂

  6. secondo me il film non a problemi per me è stato fantastico il film che mi è piaciuto di più di tutta la serie ogni uno può pensarla in maniera diversa ma per me è stato fantasticooooooooo
    è non vedo l’ora di rivederlo

  7. @alby94: Grazie. 😉

    @raffy: Grazie anche a te. 😉

    @Francesco: Indubbiamente, Francesco, anche il Prigioniero di Azkaban presenta alcune pecche se si è particolarmente legati alle scene del libro. Ma se dobbiamo prendere in considerazione tutti gli adattamenti cinematografici, troveremo sempre qualcosa che non va. A mio parere il terzo film riesce a trasmettere continuità nello svolgimento non solo a chi ha letto il libro (e magari si aspettava qualche scena in più), ma anche a chi non ha mai toccato nemmeno una pagina dei tomi. Tutto è chiaro e delineato. Aspetto che inizia a mancare dal quarto film in avanti. Poi è soltanto una mia opinione personale. 🙂

    @dalastor: Ma grazie. 🙂 Ho cercato di esprimere la mia visone sul film, e mi fa piacere che ti sia piaciuta la recensione. E non posso che concordare con quanto dici. 😉

  8. mi complimento per l’accuratezza della recensione e mi trovo a concordare su ogni cosa detta. Ci tengo a precisare che come te anche io avendo letto Paolini rimasi un pò delusa da eragon e per il principe anche di più. Concordo su tutto tranne che una cosa gli effetti si erano buoni ma trovo che con la colonna sonora si poteva fare meglio, molto meglio. E per il prigioniero concordo in pieno è il migliore, un film meraviglioso ^^

  9. dalastor…sono d’accordo con te quando dici che un regista deve essere gia capace e maturato…ma devi tener presente che si parla di harry potter…il produttore,heyman,ha sempre messo in primo piano i soldi…ora(anche se a molte persone sono piaciuti i primi film)lui non metterà mai un regista come cuaron che ha fatto un film che ha guadagnato di meno di tutta la saga(almeno mi sembra).heyman non fa altro che fare scelte in base ai soldi…quindi ha scelto yates…quindi ormai le polemiche non sevono più a nulla…IL REGISTA NON CAMBIERà!l’unica cosa srà quella di far cambiare modo di pensare al regista come successo x l’ordine(ci sono state polemiche x quanto riguarda il film).Quindi credo che yates in questo film abbia davvero fatto un ottimo lavore neanche lontanamente paragonabile all’ordine…si percepisce appena che è delllo stesso regiata

  10. Io sono abbastanza d’accordo a parte il fatto ke il prigioniero di azkaban sia il migliore…. e avrei gestito la scena della caverna in modo diverso:i gollum sono inferi!Quindi li avrei fatti + deformati e devastati e invece sembrano piccoli Hobbit! Hai proprio ragione Phoenixhp7

  11. ho letto ke per la scena della caverna hanno preso spunto dagli inferi della “divina commedia”…ora nn so di preciso ke forma o come siano però io ho letto così…per quanto riguarda il regista credo ke yates sia il migliore ha trasformato i film di “harry potter” da film per bambini a film per adulti e credo ke abbia fatto un ottimo lavoro…spero ke a girare i “doni della morte” ci sia lui perchè è di certo il regista ke preferisco…cmq nn credo ke “il prigioniero di azkaban sia il migliore…perchè i migliori credo ke siano questi ultimi ke usciranno “i doni della morte1” e “i doni della morte2″…in questi film credo ke yates debba dare il meglio di se e credo ke ci riuscirà cn gran successo…yates ha saputo dare le stesse emozioni del libro anke nei film e credo ke questo sia molto importante…

  12. bè ieri sera ho finalmente visto il film e..devo dire che quei 7euro sono stati spesi davvero bene!! a me è piaciuto molto, certo se sto lì a paragonare ogni cosa col libro è ovvio che riuscirei a trovare 1000 difetti, ma l’importante è riuscire a godersi il film senza pensare “oh a qst punto ci dovrebbe essere questa cosa…e qui perchè hanno cambiato?..io lo immaginavo diverso..” ecc.
    certo mi sarebbe piaciuto vedere un harry più in tensione, un bacio più appassionato, NON sentire quel fica ( che secondo me è solo stato tradotto male, perchè harry poteva aver detto “cool”, “cute” o anche “hot”, non saprei..tutte cose che comunque suonao meglio di fica!).
    Per il resto è stato divertente quando doveva esserlo e in tensione quando doveva; non so che dire, a me è piaciuto sicuramente più dell’ordine della fenice, l’ho trovato davvero un bel film, e di sicuro non lo paragono a twilight o a roba simile!

  13. A me il film non è minimamente piaciuto avendo letto tutti i libri… e capisco che il film è il film e il libro è il libro quindi c’è la necessità di tagliare molto in ogni caso, ma non è sensato dato che 3/4 della storia è tagliata l’altro quarto inventarselo…e cmq anche le scelte di più piccoli particolari del regista mi hanno schifato… per esempio a Lumacorno almeno potevano fargli crescere i baffi !!??… se devono inventarsi un altro film del genere almeno si inventino anche un altro titolo… e cmq anche gli effetti speciali non sono un granchè….

  14. io credo,NICK, che se paragono gli effetti speciali di questo film con quelli della pietra filosofale ti accorgerai che sono spettacolari…cmq…appunto perchè dici che il libro è il libro e il film e il film c’è la libertà di fare lumacorno senza baffi e con più capelli!!

  15. Complimenti per la recensione,rispecchia perfettamente ciò che penso di questo film che ho tanto aspettato! Ieri sono uscita dalla sala cinematognafica confusa e combattuta tra il tentativo di dire ciò che ero sicura avrei detto prima di vedere il film e cioè : e dare ragione al mio fidanzato che ha detto: .. mi sono chiesta:ma Yates è appassionato come noi della saga?? In questo film mi è apparso quasi superficiale..ha curato pochi dettagli e bene,ma troppi altri li ha omessi. Vabbè speriamo nel 7° film!!! P.S. W Il prigioniero di Azkaban!! L’ho visto quasi 30 volte!! ^^

  16. sono abbastanza daccordo con te, anche a ma il terzo film è piaciuto molto, ma in questo è stato dato più spazio alle battute, mentre negli altri film i personaggi sembrano quasi sempre tristi. ho capito che su harry grava il destino del mondo magico, ma viva la vita!!!! possibile che non possa divertirsi neanche un pò?

  17. Sono completamente d’accordo con te.
    Sono rimasto molto deluso da questo film.
    Gli effetti speciali, l’interpretazione degli attori e la colonna sonora sono stati magnifici, ma non bastano per fare un bel film una volta che la trama è stata stravolta.

  18. bellissima recensione….concorda in tutto e per tutto con quello che penso…sono entrata nel cinema veramente emozionata e quando sono uscita dal cinema ero molto più che delusa..penso che gli altri fans come me abbiamo aspettato questo film per mesi e mesi convinti che sarebbe stato bellissimo, pensando che ormai yates avesse capito e invece…che tristezza, che amarezza…un abominio…e hanno pure posticipato di 8 mesi…mah..l’unico aspetto positivo sono gli attori che sono magnifici come sempre…

  19. Mi piace questo articolo per molti aspetti ha dato voce ai fan. Non sono di stesso avviso per il bacio freddo di harry e ginny e sul fatto che erano superflue le scene adolescenziali anzi fa capire che gli anni passano e i personaggi maturano, infine ha gettato le basi per il 7. Condivido la questione principe mezzo sangue e funerale di silente. grazie per aver dato la possibilità di esprimere la mia opinione.

  20. Dunque, personalmente il film è il migliore della saga, per chi ha letto il libro.
    Per chi segue solo i film però, a meno che non abbia rivisto migliaia di volte gli ultimi due (il 4 e il 5), rimane difficile la comprensione di molti passaggi: non sa praticamente niente di Voldemort, nessuno ricorda tutta la faccenda del sangue di harry in voldemort, o non riesce a riconoscere Tonks perchè Yates non ha avuto il buonsenso di farla almeno apparire come nell’ Ordine della Fenice (capelli rosa e lunghi) per poi farla trasformare nel modo che preferiva.
    Molti che sono venuti con me al cinema mi hanno fatto moltissime domande perchè erano confusi. Le cose fondamentali come Horcrux, mano di Silente, Draco che lo disarma, sono poco valorizzate, rendendo difficile la comprensione dei Doni a molti che nn leggono i libri, a meno che non si usino tantissimi flaschback per reimprimere le immagini di Harry Potter e il Principe Mezzosamgue (approposito di principem na dov’era?).
    Comunque per me il film rimane il migliore:l’ ho visto mercoledì e giovedì; normalmente mi sarei stufato, ma ci torno domani!

  21. Una delle poche recensioni su cui mi sono trovato d’accordo e ne ho lette parecchie figurarsi che ne ho letta una che diceva che michael gambon non è stato bravo ed inespressivo…bha.Per me è stato ECCEZIONALE!!!!cioè ma avete visto come si muoveva con la bacchetta sulla scogliera di cristallo quando ha lanciato il cerchio di fuoco MAGISTRALE ma poi come si muoveva ecc.
    Ritornado alla tua recensione la cosa con cui non sono particolarmente d’accordo è:

    Una cosa secondo me essenziale nei film di HP la COLONNA SONORA!!!
    Devo dire veramente orrenda la peggiore che ho sentito negli ultimi anni ma già dall’inizio LOGO WARNER-USCITA SCRITTA “HP” e cosa ci manca il classico suono NA-NA-NANANA (theme)…non so se mi sono spiegato poi per il resto una colonna sonora riciclata un pò con fireworks (HP5) usata in molti punti e le altre tracce parliamoci chiaro non erano un granchè.

    La mia considerazione su questo film che secondo me come struttura era simile al Calice sai con momenti comici ma anche tenebrosi ed il calice per quanto mi riguarda è stato il mio film preferito già l’entrata con il logo warner il serpentone e quella FANTASTICA colonna sonora con la scritta HARRY POTTER già valeva il prezzo del biglietto e la cosa bella che mi ricordo quando sono andato a vederlo e che dopo l’intro la sala già era emozionatissima chi urlava chi piangeva già cìera quell’effeto “magico” di un film.In HP6 invece 1 ora abbondante un silenzio e qualche risata giusto per le scene comiche poi niente più ma la parte che mi ha deluso di più è stata la parte della morte di silente cioè io pensavo che faceva commuevere anche me (non nascondo che mi ero portato un pachetto di fazzoletti apposta)invece una freddezza incredibile come se fosse morto un personaggio qualsiasi innvece la morte di diggory fù veramente straziante un fiume di lacrime in sala…ecco questo riuassume la qualità di un film cioè quello che riesce a trasmettere emozioni e quello che quando esci dalla sala ti fà sembrare di non aver visto niente o quasi tipo un senso di vuoto.Ecco secondo me questo HP6 è stata una grande ma grandissima occasione persa dal punto di vista di realizzazione di film perchè il libro era veramente bello ma ormai oggi interessano solo i soldi…

    Cmq speriamo per i prossimi inizia il conto alla rovescia

  22. sono d’accordissimo con ciò che scrive phoenix nella sua recensione! il film, di per sè non è male, anche se rischia di essere poco chiaro in particolar modo per chi non ha letto il libro e quindi non conosce la storia… non mi è proprio piaciuto il fatto che non si sia dato valore al dolore di harry per la morte di sirius, non si è accennato alla storia tra bill e fleur ( perciò mi chiedo se nei Doni della Morte si accennerà al loro matrimonio e alle vicende che si svolgono a villa conchiglia), molti dei ricordi su voldemort vengono proprio omessi( in particolare non si accenna alla coppa di tassorosso che sarà uno degli horcrux da cercare) e non si lascia per niente spazio agli horcrux stessi o alla figura del principe,non si capisce il rapporto che c’è tra lupin e tonks,mentre al contrario si mostrano immediatamente i sentimenti di hermione per ron ( che dovrebbero essere accennati e non dichiarati apertamente o quasi) e il bacio tra ginny e harry è stato una delusione! penso che quello tra lui e cho sia stato di gran lunga più romantico.. e infine l’aspetto comico, a mio parere un pò forzato… l’unico film che mi ha fatto proprio ridere e lo fa ancora è il Calice di Fuoco.. credo invece che la scena più toccante sia quella della caverna, l’unica che abbia proprio valorizzato ciò che la rowling narra nel suo romanzo…grande l’interpretazione di gambon nei panni di silente soprattutto in questa scena! deludente l’assenza della lotta tra mangiamorte e membri dell’Ordine e del funerale di Silente…

  23. concordo non con tutto, ma bellissima recensione non c’è da dire, io ho trovato molti attori cresciuti e bravi, sono d’ accordissimo soprattutto per ilf atto che doveva esserci il funerale di silente, una cosa magica, maestosa che sottolinea silente come l uomo e mago importante che è grazie anche al fatto che intorno ci sono mille persone a dargli l’ ultimo saluto!!

    il fatto della mano credo che è andata bene cosi, non si poteva di certo allungare delle parti di film per la mano di silente, credo che questo verrà ripreso con il 7 film…

    non mi sento di chiamarlo film comico, perchè non l’ ho è stato per nessun verso, azi angosciante piuttosto e quegli sprazzi di divertimento e battute, dovevano esserci per rompere un po, tensione e angoscia.

    Credo che il film sia stato perfetto!!A me e piaciuto salvo qualcosina che non metto a sottolineare perchè di poca rilevanza forse!!

  24. Ottima recensone phoenix complimenti e mi trovo totalmente d’accordo con te!
    l’unica cosa è il voto a questo film io darei un 5! dopo averlo visto ho iniziato a rivalutare il 5 che è secondo me cmq uno dei peggiori!
    Le ambientazioni sono state totalmente modificate(vedi la tana..le colline e la foresta dove sn finite??per non parlare di moltissimi altri cambiamenti all’ interno del castello), dopo 10 min di film mi sono domandata se stavo veramente guardando Harry Potter, hanno semplicemente riscritto la storia facendola sembrare una lunga e noiosa puntata di beautiful!concordo che il libro è il libro e il film è il film ma così hanno stravolto totalmente,non ho trovato traccia della tensione e dell’ ansia per il ritorno di Voldemort, i personaggi hanno assunto dei caratteri totalmente assenti in loro(Harry che se ne sta zitto e buono mentre uccidono Silente???ma….e dove sta la sua lealtà e il suo coraggio che dimostra in ogni situazione per proteggere le persone a lui care??e Ginny che gli lega le scarpe e gli da il dolcetto??Ginny che è cresciuta con 5 fratelli e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, ma non esiste che faccia una cosa del genere)
    Non mi aspettavo nulla da questo film ed è riuscito comunque a deludermi totalmente!
    David Yates per quanto mi riguarda ha un bollino nero, mi ha fatto passare la voglia d vedere il settimo.

  25. Un saluto a tutti gli ammiratori di harry potter.Io ho visto ieri il film e sono rimasto totalmente senza parole.Il libro è stato TOTALMENTE STRAVOLTO.Il risultato?Un libro che non ha niente a che fare con Principe Mezzosangue!Il film inizia con una scena emozionante riguardante i mangiamorte che diffondono il male sul mondo babbano e magico.Così si arriva a una scena che nessuno si sarebbe mai aspettato.Harry Potter colui che ha perso l’unico famiiare qualche mese fà cerca spudoratamente di romorchiare!Una cosa inaccettabile se riguardiamo il libro,in cui Harry è molto afflitto per la morte del padrino.Dopo fino all’arrivo a scuola tutto ok.Bene anche la scena nell’aula di pozioni.Da questo momento in poi iniziano quelle scene d’amore presenti nel libro ma troppo ridicole nel film.Le scene sembrano quasi forzate!Degli horcrux si parla solo vagamente.Sembra quasi che Voldemort non sia ritornato e che sono tutti felici e contenti senza pensieri!La scena dell’attacco alla Tana NON HA SENSO!!!Il bacio tra Harry e Ginny sembra quasi sia qualcosa che debba restare assolutamente segreto tra i due!Il duello Harry-Draco poteva essere rappresentato molto meglio!L’UNICA scena decente è stata quella in cui Harry e Silente si cimentano nella ricerca dell’Horcrux.Ma persino quando Silente chiede l’acqua a Harry sembra quasi gli stia chiedendo un semplice favore mentre nel libro il mago più potente di tutti i tempi la chiede con insistenza quasi supplicandolo.Il ritorno al castello è stato completamente cambiato!Nessuna bataglia e quindi Harry che rincorre i mangiamorte da solo!L’assenza del funerale di Silente!Mi dispiace ma questo film mi ha deluso grandemente.Non posso non dare un voto scarso.

    VOTO:3

  26. Volevo solo aggiungere una cosa, che preclude al commento del film: io non capisco quando tutti dite che il terzo film sia il migliore! Hanno tolto moltissimi pezzi anche lì! Paradossalmente è più fedele questo del prigioniero di Azkaban! Anche quel film è stato sicuramente ben fatto, ma le differenze con il libro sono numerosissime.
    I due libri a mio avviso non sono neanche comparabili: come lunghezza il principe mezzosangue sarà circa il doppio e anche come trama è molto meno movimentato! Si basa tutto su una scoperta lenta, ma importante.

    Per quanto riguarda il mio punto di vista sul film io penso che questo nel complesso sia venuto veramente bene: di tagli alla fine non ce ne sono stati molti, l’unica pecca è stata la decisione di non focalizzarsi sugli Horcrux, ma questo avrebbe comportanto la produzione di un film noioso per coloro che non seguono la saga, perciò la scelta si spiega con questo motivo puramente commerciale a mio avviso. Più che comprensibile se si considera che il film deve essere (ahimè) adatto a tutti.

  27. concordo con phoenix e dalastor.
    appena entrata al cinema ero tutta eccitata. quando sono uscita non mi ricordavo niente di importante, vuoto totale. mi chiedo: yates ha mai letto i libri? non sembra. o forse li ha letti ma non ha trovato il loro messaggio fondamentale, non si è appassionato come noi. e poi bill non è mai stato menzionato! bah, voglio proprio vedere come faranno il 7. se lo devono fare in due film devono metterci TUTTO! un bacio da una pazza ^^

  28. ehi ma guardate ke david yates è un grande regista e ha diretto bene il principe mezzosangue!!!!!1ke kavolo volete poi ke il copione sia stabilito per filo e per segno come sono le parole nel libro? ke ne sapete ke lui non abbia voluto mettere delle scene ma tagliarle? sembrate degli stupidi quando dite ke yates non ha letto i libri???? ke ne sapete se delle scene non gli sono piaciute e non le ha volute mettere????il film è suo e può farne qll ke vuole basta ke la trama sia quella

  29. Grazie mille a tutti quanti. 😉

    @avallone leonardo: io sono la prima a dire che è impossibile adattare un libro perfettamente ad un film, e sicuramente bisogna tralasciare qualcosa; indubbiamente è così! Il problema è che sono state tralasciate scene fondamentali nella storia: dettaglio che non può andare giù a chi ha letto il libro. Inoltre, come ho già scritto, il film non viene capito da chi non ha letto il tomo della saga: sono andata a vederlo con persone che non hanno mai toccato nemmeno una pagina, e non hanno fatto altro che chiedermi spiegazioni su mille passaggi. Quindi se David Yates sia un buon regista o meno, non sta a me stabilirlo: l’unica cosa che posso dire è che non ho condiviso le sue scelte.

  30. Ma avete visto il film???
    Ha un qualche minimo senso???
    Scene incollate qua e là a casaccio. La mancanza del benchè minimo filo logico.
    Il problema non sono i tagli e la coerenza col libro: quello che deve rimanere è lo spirito del racconto, e lasciatemelo dire: NON C’È!
    L’attacco al ponte di Londra: doveva servire per far comprendere che il pericolo si trovava anche nel mondo reale, ma si è capito?
    L’attacco alla casa dei Weasly è un’aggiunta, ok. Ma è servita a qualcosa?
    No. Ma poteva! Ad esempio presentando un poco il personaggio di Fenrir, di cui non si scopre neppure il nome!!! Invece rimane vuoto di significato.
    Perchè si sente Remus che afferma di stare per diventare un lupo mannaro? A che scopo? Per ricordarlo, forse? Mistero.
    E soprattutto: manca del tutto la suspence! l’elemento caratterizzante di tutti i libri di Harry Potter. (da wikipedia: suspence=”l’autore stimola continuamente la partecipazione del lettore, proponendo ad esempio possibili piste per lo svolgimento della trama. L’avvenimento narrativo che scioglie la tensione generata dalla suspense è la risoluzione del mistero, che di solito avviene in maniera totalmente razionale, senza dettagli in sospeso o nodi da sciogliere.”)
    Viene persino anticipato cosa sta facendo Draco!!!
    E Voldemord? Nel libro la paura per il suo ritorno è sempre presente! No, meglio la tipa bionda arrapata.
    E così via, a ruota.
    Bene, il film ovviamente può piacere o non piacere. Ma secondo me è palese la pochezza di questo film.
    L’ho visto domenica ed ho una rabbia folle persino adesso!

    PS. Il prigioniero di azkaban. Neanche secondo me è stato uno dei migliori. MA aveva una sua coerenza. Le scelte sono state fatte fatte in maniera oculata, la suspance galoppante!

  31. Sono pienamente d’accordo con la recensione; non mi sento di criticare alcun punto dell’articolo, in quanto Phoenixhp7 ha pienamemente centrato gli aspetti della pellicola! Sinceramente prima dell’uscita del 5° film ero un po’ scettico sulla scelta del regista, in quanto, si diceva, fosse ferrato più su documentari che sui lungometraggi… Guardando il film, mi sono ricreduto (con le dovute eccezioni, ovviamente dovute agli adattamenti) e ben speravo in quest’ultimo film di rivedere un regista operare un prodotto soddisfacente… Potrei paragaonare questa sesta pellicola alla schifosissima quarta (Il Calice di Fuoco, per intenderci)! comunque non tutte le colpe sono del regista, bensì dello sceneggiatore, il quale ha operato degli adattamenti che avrei potuto fare anch’io… Sicuramente la Rowling non mette più naso in questa produzione e, a mio parere, è una grave mancanza nei confronti di noi fans; lei che si era tanto battuta affinché gli attori fossero tutti inglesi, che si rispettassero quanto più possibile i canoni dei suoi scritti…invece… A questo punto, dopo aver riletto l’ultimo libro della saga, ritengo che dopo questo schifo, andrò a vedere gli ultimi due film con sincero distacco, consapevole che questi adattamenti e, consentitemelo, tagli ORRIBILI, non daranno giustizia ad un’opera letteraria di buon livello.
    Salute a tutti.

  32. bè grazie al cielo qualcuno ha voluto rielenecare le pecche inaccettabili di questo film devo dire che non meritava per niente e non era assolutamente all’altezza dei film precedenti. Noi tutti dovremmo accettare una cruda verità prima o poi: La WB ha preso il nostro harry e l’ha trasformato in una macchina per soldi.

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.