Il Principe al Punto Giusto #2: La storia di Sirius Black

Harry Potter e il Principe Mezzosangue arriverà nei cinema d’Italia il 15 luglio 2009. Siete pronti a questo grande evento? Vi ricordate i particolari più importanti della saga? GiratempoWeb.net vi propone Il Principe al Punto Giusto, un ripasso a puntate dei punti salienti e importanti, che vi aiuteranno a gustarvi meglio il sesto film della saga, Harry Potter e il Principe Mezzosangue. In questo secondo appuntamento parleremo della storia che viene prima di Harry Potter.

James Potter e i suoi amici.
James Potter era un ragazzo vivace e molto in gamba. A Hogwarts aveva tre grandi amici: Sirius Black, Peter Minus e Remus Lupin. Remus era un lupomannaro e quando i suoi unici amici lo scoprirono, non gli voltarono le spalle, ma gli andarono incontro: decisero di diventare Animagus, ovvero dei maghi che possono scegliere di trasformarsi in un animale a loro scelta. Questa era un’operazione molto difficile e pericolosa, tenendo conto che lo fecero di nascosto, infrangendo la legge: tutti gli Animagus devono essere registrati al Ministero della Magia. James decise di diventare un cervo, Sirius un cane e Peter un topo, così avrebbero potuto far compagnia al povero Remus quando si trasformava in lupomannaro. I loro soprannomi erano proprio Lunastorta (Remus), Codaliscia (Peter), Felpato (Sirius) e Ramoso (James). Questo rimase il loro segreto per tutta la vita…

Il miglior amico dei Potter.
Da subito, Sirius Black, rifiuta la sua famiglia dichiaratamente Serpeverde e dalla parte di Lord Voldemort, per distinguersi nei Grifondoro e diventare il miglior amico di James Potter.
Nel momento che James e Lily si sposano e danno alla luce il piccolo Harry Potter, Sirius viene nominato come padrino di Harry.

La minaccia di Voldemort.
A causa di una profezia e tante incomprensioni, Voldemort decide che il piccolo Harry Potter avrebbe potuto essere un pericolo alla sua ascesi in futuro, e vuole eliminarlo ad ogni costo. I genitori di Harry, Lily e James Potter, avevano capiscono di essere segnati, così decidono di nascondersi e di nominare un Custode Segreto: per farlo è necessario un incantesimo su di una sola persona che avrebbe custodito per loro il nome del luogo in cui sono nascosti, informazione che nessuno poteva scoprire a meno che il Custode Segreto non decidesse di svelarla.

La tragedia dei Potter.
Albus Silente si offrì subito come Custode Segreto, ma i Potter pensano di affidare l’informazione a Sirius Black, il migliore amico di James, nonchè padrino del piccolo Harry Potter. Nella loro ultima notte, tutti pensano che il Custode Segreto sia Sirius Black. In realtà, i Potter, decisero di cambiare persona, affidando l’informazione a Peter Minus, grande amico di James e Sirius e persona di cui nessuno avrebbe mai sospettato fosse il Custode Segreto. E così fu fatto. Ma Minus era una persona fragile e facilmente corruttibile e vendette Lily e James a Voldemort svelando il segreto del luogo.

Subito Voldemort andò in quel luogo e uccise James e Lily che donò il suo amore ad Harry. Ma un potere a Voldemort sconosciuto lo tradì e non riuscì ad uccidere il piccolo Harry Potter, lasciandogli una cicatrice a forma di saetta sulla fronte.
Giunta la voce dell’uccisione dei Potter all’Ordine della Fenice, a Sirius Black non ci volle molto per capire chi era il responsabile: solo lui sapeva che Peter Minus era il Custode Segreto dei Potter.

L’inganno di Peter Minus.

Sirius lo cercò e lo incontrò in una strada piena di Babbani. Avrebbe voluto ucciderlo per quello che aveva fatto, ma Peter fu più furbo di lui: sceneggiò la sua morte uccidendo anche dodici Babbani, si tagliò un dito per mostrare a tutti la sua morte e si trasformò in topo scappando via… La colpa ora ricadeva tutta su Sirius Black. Tutti pensavano che Sirius Black fosse il Custode Segreto dei Potter e sostenitore di Voldemort, così il Ministero lo condannò ad Azkaban, la prigione dei maghi. Il piccolo e orfano Harry Potter venne affidato ai perfidi zii di Londra, la cui casa venne protetta con un incantesimo. Minus trasformato in topo divenne l’animale di casa Weasley.

La verità di Sirius.
In Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, Sirius Black evade dalla prigione di Azkaban, grazie alla sua possibilità di trasformarsi in cane e riuscire così a sfuggire ai Dissennatori, le guardie della prigione. Black va ad Hogwarts dopo aver scoperto che Minus si trovava li trasformato in topo. Harry scopre la verità sul suo conto, ma Peter riesce a scappare e a tornare da Voldemort. Sirius Black è costretto a scappare nuovamente dal Ministero, perchè solo Harry, i suoi amici, e Silente conoscono la verità.

L’ultima lotta di Sirius.
Nel disperato tentativo di proteggere Harry, e di risultare utile all’Ordine della Fenice, Sirius muore nel cuore dell’Ufficio Misteri del Ministero della Magia, colpito da una ben nota maledizione di Bellatrix Lestrange, e finendo al di là di un velo misterioso che risucchia i corpi. Così Harry, perde l’ultimo legame che possedeva con la sua famiglia.

Continua a seguire GiratempoWeb.net, per prepararti al meglio ad Harry Potter e il Principe Mezzosangue!

Fonte: GiratempoWeb.net

[ad]

Ti potrebbe interessare anche...

J.K. Rowling: “C’è una scintilla di bontà in Draco Malfoy”

Come era stato preannunciato, la Rowling ci ha fatto un altro regalo di Natale, pubblicando su Pottermore un lungo testo dedicato a Draco Malfoy, corredato da alcuni suoi pensieri a riguardo. Il testo è molto interessante, perché raccontandoci tutta la storia di Draco, scopriamo ancora una volta quanto la Rowling abbiamo definito fin dei minimi particolari i risvolti caratteriali dei suoi personaggi.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. molto bello e dettagliato….nn vedi l’ora che venga mercoledì…tutti a vedere harry potter e il principe mezzosangue!!!che bello

  2. wwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwww sirius black!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.