Leavesden Studios 2012

Come detto precedentemente i Leavesden Studios, diventeranno un museo , dove tutti gli oggetti di scena e i set utilizzati per i film di Harry Potter saranno ricostruiti e aperti al pubblico oggi la Warner Bros ha riferito che il museo si chiamerà The Making of Harry Potter “La creazione di Harry Potter” e il tour durerà complessivamente 3 ore  !

La Warner Bros ha rilasciato in oltre il sito ufficiale del museo che potete visitare da questo link !

Ti potrebbe interessare anche...

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Il sito ha una bellissima grafica, il fuoco che sembra vero, il disegno della sala grande che si trasforma in una foto della scenografia… ma perchè, perchè l’idea di HP è nata nel Regno Unito?? Se fosse nata in Italia avrei potuto visitare il museo senza spendere troppo, ma per arrivare in Inghilterra a vedere i Leavesden o in America per il parco di Harry Potter ci vuole un bel gruzzoletto…


    1. mr,ciotia:

      Il sito ha una bellissima grafica, il fuoco che sembra vero, il disegno della sala grande che si trasforma in una foto della scenografia… ma perchè, perchè l’idea di HP è nata nel Regno Unito?? Se fosse nata in Italia avrei potuto visitare il museo senza spendere troppo, ma per arrivare in Inghilterra a vedere i Leavesden o in America per il parco di Harry Potter ci vuole un bel gruzzoletto…

      non siamo piu nel ‘500 dove gli italiani vengono considerati gente per bene e con dei valori…
      all’estero (esempio spagna) ai tg non mancano le battuti su berlusconi e sulle sue notti di fuoco. un ramo della mia famiglia vive in canada e mi hanno detto che nel mondo ci considerano tutti mafiosi.
      fidati che se hp fosse nato in italia all’estero non sarebbe stato distribuito e poi non avrebbe potuto nascere anche perchè in italia il successo non lo fa chi ha talento ma chi si “apre completamente” hai bisogni del capo.
      ce anche da dire che in italia per principio si legge poco, io infatti prima che uscisse il primo film di hp non sapevo nemmeno che ne esistesse una versione cartacea

      1. Hai ragione, questo è verissimo, pensa che una mia amica è andata in vacanza in Argentina, e quando si presentava alla gente e diceva di essere italiana, loro le rispondevano così: -Italiana? Ahhh, si, Bunga Bunga!- E questo vale mille parole. Ora che ci pensa mi pare anche logico che sia nato nel Regno Unito: lì hanno una tradizione fantasy molto antica… e pensare che noi una volta avevamo Vivaldi, Dante, Da Vinci, Galilei, Caravaggio, Botticelli, Lorenzo de’ Medici, Cristoforo Colombo, i grandi imperatori romani (erano italiani, per buona parte), Napoleone nacque in Corsica, a quel tempo considerata come italiana… ora abbiamo Marco Carta, Valerio Scanu, Moccia, i politici ladri, il Grande Fratello, Neri Parenti ed i suoi cine-panettoni, e chi più ne ha più ne metta… vale proprio la pena dire: geni italiani: da sempre i più apprezzati, all’estero.

  2. Ma ovviamente se fosse nata in Italia, nessuno l’avrebbe notata: tutti troppo impegnati a guardare le porcherie del Grande Bordello o a leggere le scemenze di Moccia…


  3. mr,ciotia:

    Hai ragione, questo è verissimo, pensa che una mia amica è andata in vacanza in Argentina, e quando si presentava alla gente e diceva di essere italiana, loro le rispondevano così: -Italiana? Ahhh, si, Bunga Bunga!- E questo vale mille parole. Ora che ci pensa mi pare anche logico che sia nato nel Regno Unito: lì hanno una tradizione fantasy molto antica… e pensare che noi una volta avevamo Vivaldi, Dante, Da Vinci, Galilei, Caravaggio, Botticelli, Lorenzo de’ Medici, Cristoforo Colombo, i grandi imperatori romani (erano italiani, per buona parte), Napoleone nacque in Corsica, a quel tempo considerata come italiana… ora abbiamo Marco Carta, Valerio Scanu, Moccia, i politici ladri, il Grande Fratello, Neri Parenti ed i suoi cine-panettoni, e chi più ne ha più ne metta… vale proprio la pena dire: geni italiani: da sempre i più apprezzati, all’estero.

    vero anche questo.
    sarà che sarò tutto soffisticato ma io personalmente l’italia non abbia piu niente di offrire a noi giovani, una volta per scherzare con un amico di mia madre gli ho chiesto quando avrebbe avuto dei figli… sapete che mi ha risposto?
    ma che figli vuoi mettere al mondo che qui ormai non ce piu nulla!
    ieri alle iene facevano un servizio che argomentava i pannelli fotovoltaici,
    infatti una legge che doveva durare fino al 2013 permetteva a chi possedeva questi pannelli di prendere la corrente in eccesso prodotta e di metterla nella rete in modo da non sprecarla e di guadagnarci i soldi;
    “lo stato” permetteva di scalare questi soldi dal mutuo o bollette ma…
    dopo 2 mesi la legge è stata modificata e sapete perchè??
    ma semplice cari fessi italiani, può lo stato lasciarvi un guadagno tale da permettervi di non pagare piu la bolletta della corrente? certo che no.
    la legge infatti è stata ristretta fino a fine maggio 2011 e molti dei ragazzi che avevano investito in questa opportunità sono rimasti con dei pannelli da 20000 euro da pagare e senza i benefici che la legge li aveva promesso ._.
    molti hanno perso il lavoro e 150 lo perderanno.
    vedete voi che italia ce oggi, figuriamoci domani e lo dice uno come me che sta studiando per diventare elettricista

    1. Ecco come descriverei l’Italia in poche parole: non è un paese per giovani. Noi siamo visti come un peso, su Mtv facevano un’intervista ad un uomo sui cinquanta, gli chiedevano cosa pensava del ruolo dei giovani nella società. Ecco, questa la sua risposta: -I giovani?? I giovani sono solo una palla al piede!!-. A quel punto ho cambiato canale: forse il tipo non sapeva che quando Mameli scrisse l’Inno d’Italia, aveva solo ventidue anni, e morì sei mesi dopo, in battaglia. Che ignoranti!!! Se continueremo ad usare un pensiero così antiquato, non andremo da nessuna parte… basta guardare il nostro governo: tutti vecchi decrepiti. E mi sto accorgendo che più un governante è vecchio, più è terribile. In Marocco il re è molto giovane ed è amatissimo dal popolo, organizza iniziative per promuovere il turismo nel suo paese, per aiutare l’economia, e molto di più. In Libia c’è Gheddafi, che è un vecchio fantasma, e non si stacca più dal governo del paese. Meno male che c’è Harry Potter, che serve un po’ a distrarci da quello che succede: quando lo leggo mi esterno completamente, ci siamo solo io e il libro…

  4. be non è detto che un politico piu è vecchio piu è terribile.
    gheddafi è un dittatore e come ogni dittatore piuttosto che lasciare la poltrona fa ammazzare il suo popolo.
    ci sono molti politici vecchi che fanno tante cose belle.
    facendo un esempio a caso (non prendetemi per razzista) una cosa che non va in questo paese sono gli extra-comunitari che arrivano a manetta.
    io non trovo giusto che loro arrivano qua e a noi ci tocca mantenerli mentre loro non fanno una mazza tutto il giorno.
    facendo un piccolo ragionamento i soldi che spendiamo per offrire aiuto a queste persone si potrebbero benissimo investire nelle scuole pubbliche o nella medicina o qualcosa del genere.
    qualche settimana fa sono arrivati ben 2000 persone in una sola mattinata e costano tuttora allo stato 50 euro al giorno ( a persona),
    fate 2000 X 5…. questo risultato moltiplicatelo per 30… ed ecco quanto lo stato butta via in un mese.
    e parlo solo di un barcone, non tiro in ballo tutti gli altri.

    altro problema che ci affligge sono i politici strapagati che non fanno nulla e che non pagano nulla.
    se vanno a ristorante non pagano, se viaggiano hanno le auto blu che paghiamo noi e così via.
    lo sapete che i nostri politici sono i piu pagati d’europa… ce io mi chiedo come fa l’italia a battere la francia o la germania che sono 3 volte noi???
    ce qualcosa che non va nel nostro paese e non lo penso solo io, vero?

    1. Hai ragione sugli extra-comunitari: quando gli italiani andavano in America, se ne dovevano stare con due piedi in una scarpa. Mia nonna ci andò, ma poi tornò in Italia, e mi ha raccontato spesso del suo periodo lì: non potevano fare uno sgarro minimo, o i poliziotti li bastonavano… arrivano ora loro e fanno i padroni… agli incroci fino ad un po’ di tempo fa ti chiedevano se potevano lavarti il vetro della macchina, tu dicevi no e loro te lo lavavano lo stesso. E pure i soldi volevano. Comunque, io conosco molti ragazzi dal nord Africa, e sono molto più educati di parecchi europei che conosco. Questo per dire che non si deve generalizzare. Altra brutta piaga sono i politici: si chiudono in quegli stanzoni, sulle poltrone piene di ghirigori e dormono, e tornano a casa con ventimila ed anche più euro. C’è chi si fa il mazzo dalla mattina alla sera e poi a fine mese si mette le mani tra i capelli perché non riesce a pagare tutte le tasse, con quei mille miseri euro in tasca… Una volta, l’Italia era un posto virtuoso… praticamente oggi c’è chi muore di fame e non può accendere la luce per non spendere troppo di tasse, chi ha paura di trovarsi precario da un giorno all’altro, chi studia per anni e poi si ritrova in un call center, chi ha paura di andare al lavoro la mattina e di trovarsi il negozio bruciato perché non aveva pagato il pizzo… si, certo, meravigliosa Italia. I bei tempi andati, sono solo un lontano ricordo…

Ti sei perso?

Forse ti occorre una mappa!



Giuro solennemente di non avere buone intenzioni!
Accedi o registrati per visualizzare la Mappa del Malandrino.